Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi

Christian Nosenzo

Ospite non ha ancora inserito la sua biografia

1669
logoFIMA-120Save the date: la Fima (Federazione Italiana Media Ambientali) è presente a Ecomondo con gli eventi che seguono:
 
4 novembre, ore 21.30: cena dei giornalisti e comunicatori a Ecomondo, presso il Rock Island (Largo Ruggero Boscovich, sul molo di Rimini) con un intervento di Giobbe Covatta. Costo: 30 euro (comprensivi di iscrizione alla Fima), prenotazioni fino alle ore 18.00 di martedì 3 all’indirizzo info@fimaonline.it
 
5 novembre, ore 9.30: assemblea nazionale della Fima, presso Area social Pad. D1 N. 021
L’Assemblea annuale della Fima è convocata a Rimini giovedì 6 novembre, ore 14.30,  all’interno della fiera Ecomondo (presso il “Social media corner” gestito da Labelab, Padiglione D1). Al centro del dibattito verrà messa la “Carta dell’informazione ambientale”, un documento che fissi dei parametri di qualità e aiuti soprattutto le nuove generazioni a misurarsi con questi argomenti in maniera competente e consapevole.
Sarà disponibile su www.fimaonline.it una prima introduzione con i criteri generali. 
Il Fima corner (ove è presente anche Achab Group) sarà attivo durante tutta la durata della manifestazione presso l’Area social.
Continua a leggere
Taggati su: Achab Group
3028
aricciaIn occasione di Ecomondo 2015 abbiamo intervistato l’Arch. Fabrizio Profico, Assessore all’Ambiente del Comune di Ariccia, e la Dirigente del Settore Ambiente, Dott.ssa Claudia Tarascio, per approfondire alcuni aspetti di eccellenza nel sistema di gestione dei rifiuti nel Comune dei Castelli Romani. 
 
Ariccia è il primo comune in Lazio passato a tariffa puntuale. Cosa comporterà questo in termini pratici per i cittadini?  
"Il sistema di raccolta puntuale porta a porta ha come obiettivo il miglioramento quantitativo e qualitativo delle percentuali di raccolta differenziata. Il sistema prevede la rilevazione del rifiuto indifferenziato conferito attraverso contenitori  identificati tramite “trasponder” ossia dotati di un microchip in grado di trasmettere il codice del contenitore in radiofrequenza (UHF) permettendo all’operatore di registrare in modo automatico le raccolte effettuate. Ciascun utente, quindi, pagherà in base “rifiuto indifferenziato non riciclabile” prodotto.
Questo permetterà una maggiore responsabilizzazione degli utenti che saranno, inoltre, incentivati a conferire correttamente le varie frazioni di rifiuto, con abbattimento della tariffa qualora riducano sensibilmente i conferimenti del rifiuto indifferenziato".
 
Ci sarà in futuro anche un ritorno economico per le famiglie?
"Il nuovo servizio è partito il 1° ottobre scorso e per circa tre mesi si svolgerà un monitoraggio dei conferimenti. Al termine di questo periodo verrà elaborato un sistema di calcolo della tariffa più preciso e più equo, basato, nella parte variabile, sul numero dei ritiri del rifiuto non riciclabile sulla scorta di un quantitativo base definito per ciascuna tipologia di utenza. Chi conferirà un numero minore di volte rispetto al parametro avrà un abbattimento della tariffa. Inoltre il nuovo appalto consentirà al Comune di introitare direttamente i proventi derivanti dalla vendita delle frazioni differenziate (carta, plastica, vetro, ecc.) con complessiva riduzione dei costi del servizio"
 
Un grande tema di Ecomondo 2015 è la tecnologia applicata alla green economy: quali sono le soluzioni adottate per la tariffa ad Ariccia?
"Il Comune di Ariccia è aperto a tutte le soluzioni che l’innovazione della Green Economy può portare in termini di abbattimento dei costi e di miglioramento del servizio. In questa fase abbiamo applicato le soluzioni che derivano dalle più brillanti esperienze nazionali nella raccolta dei rifiuti, le sole che hanno portato ad una raccolta differenziata superiore all’80%".
 
Quali sono i punti di forza di questo progetto, che è opportuno evidenziare agli altri comuni che si accingono a questo passaggio?
"Se l’Impresa che gestisce il servizio riuscirà a garantire il superamento degli obiettivi di raccolta differenziata minimi previsti (65 % nel primo anno e 70 % ed oltre nella fase a regime), consentendo all’Amministrazione comunale di ridurre i costi che avrebbe dovuto sostenere per lo smaltimento di tali quantitativi di rifiuti, l’amministrazione riconoscerà all’Impresa una percentuale dei risparmi aggiuntivi conseguiti quale elemento premiante ed incentivante. La Ditta dovrà versare agli operatori, quale premio di produttività annua, una parte sensibile della somma percepita dal Comune a titolo di premialità. In questo modo si responsabilizza l’impresa e si incentiva il personale preposto alla raccolta dei rifiuti. Inoltre abbiamo puntato su una campagna comunicativa  “La raccolta differenziata è su misura” (curata da Achab Group, n.d.r.) proprio per adeguare il servizio alle diverse esigenze del territorio, dei cittadini, degli operatori commerciali".
Continua a leggere
1842
T240 Fondachelli machine copiaQuando tecnologia, meccanica e processi naturali vanno a braccetto! Chissà se i protagonisti di una bellissima iniziativa si stanno aggirando per la fiera per approfondire il tema del compostaggio domestico di comunità, della riduzione dei rifiuti, traslato a piccole Amministrazioni locali. 
 
Infatti, grazie alla lungimiranza dell'Amministrazione Comunale, Fondachelli Fantina, piccolo Comune a circa 604 metri sul livello del mare in provincia di Messina tra Novara di Sicilia e Francavilla di Sicilia, si è dotato di una compostiera elettromeccanica di comunità Big Hanna, modello T240 con sollevatore per carrellati, tramoggia di caricamento da 80 litri e biofiltro "Hanna", acquistandola con fondi propri del bilancio comunale, e installandola presso il Centro Comunale di Raccolta in Contrada Cottone, Quartiere Santina. Si tratta della prima installazione in Sicilia dove il potenziale per queste soluzioni è davvero considerevole!
 
La macchina, adatta a trattare circa 65 tonnellate all'anno di scarti alimentari, viene caricata con i rifiuti organici raccolti con sistema domiciliare 3 volte alla settimana dal personale che effettua il servizio di raccolta differenziata nel territorio comunale.
Un'importante innovazione rappresentata da questo modello è la presenza di un pannello touch-screen su piattaforma PLC, in grado di registrare le temperature e i dati del processo biologico interno, di inviarli a uno o più terminali remoti in formato excel, di avvisare tramite sms/mail gli operatori se è presente qualche anomalia nel funzionamento del macchinario. Il nuovo pannello operativo presenta un'interfaccia interattiva: premendo semplici simboli illustrati è possibile infatti azionare il macchinario nelle sue principali funzioni. Ma anche caratterizzata da una maggiore sicurezza: sono presenti più livelli di accesso (strumenti, operatore, big hanna) ed ogni livello consente di effettuare determinate azioni/funzioni.
Continua a leggere
1982
eu 2015Buongiorno! Seconda giornata di Ecomondo, oggi segnaliamo questo interessantissimo evento che coinvolge le amministrazioni pubbliche all’Agorà della Città Sostenibile! 
Dalle ore 12.00 dunque si premieranno le Best Practice 2015 di Ecosistema Urbano di Legambiente. Verranno assegnati gli annuali premi alle pubbliche amministrazioni di città che si saranno contraddistinte per attenzione alla sostenibilità in un particolare campo ovvero rifiuti, energia e mobilità urbana. Le best practice vengono segnalate da Legambiente sulla base dei dati disaggregati dell´indagine tecnica "Ecosistema Urbano", che Legambiente e Ambiente Italia svolgono da 22 anni.  
Ecosistema Urbano è un rapporto di Legambiente realizzato con la collaborazione scientifica dell´Istituto di ricerche Ambiente Italia ed editoriale de Il Sole 24 Ore.
 
Ecosistema Urbano rappresenta e valuta i carichi ambientali, la qualità delle risorse e la capacità di gestione e tutela ambientale dei comuni capoluogo italiani. Il rapporto raccoglie annualmente informazioni su parametri ambientali per un corpus totale di oltre 125mila dati, traendone una fotografia ambientale. Gli indicatori utilizzati servono a pesare la sostenibilità ambientale della città e quindi, in particolare, il carico che le attività economiche e gli stili di vita generano sulle risorse ambientali e la qualità delle risposte messe in atto. Nel corso degli ultimi anni l´insieme delle città italiane ha mostrato un leggero miglioramento sulla gran parte dei parametri relativi alla qualità ambientale ed alla gestione, mentre sono incrementati i carichi ambientali, in particolare consumi energetici, carburanti e rifiuti. L'obiettivo importante che si pone Ecosistema Urbano è quello di misurare la 'febbre' ambientale delle città e l´efficacia delle prescrizioni messe in atto: lungi dal rappresentare un Oscar assegnato alla qualità ambientale complessiva di un´area, esso vuole essere una sorta di 'termometro' della sostenibilità. È fondamentale, infatti, ricordare che la complessiva 'qualità ambientale' di una città include una molteplicità di fattori non sempre misurabili. Si pensi, ad esempio, a tutta una serie di aspetti - come la struttura urbanistica, l´integrazione tra spazi verdi ed edificato, la qualità e l´aspetto degli edifici, il clima - che sono difficilmente riconducibili ad un indicatore numerico. Le Best Practice sono l'occasione per far partire una riflessione di sostenibilità complessiva attorno a cui le amministrazioni possono muoversi per migliorare complessivamente.
Continua a leggere
2580
ecoroadonEcomondo 2015 è un campionario delle più avanzate politiche e tecnologie per la mobilità sostenibile. Nel panorama nazionale il progetto “Eco road on” di Cascina e Pontedera in provincia di Pisa merita un’attenzione particolare.
Il nuovo servizio prevede:
1. Car-sharing elettrico: un sistema di trasporto alternativo al mezzo privato, nel pieno rispetto dell’ambiente, grazie al noleggio di veicoli elettrici a basso impatto ambientale.
2. Bike-sharing a pedalata assistita, con nuove biciclette elettriche e nuove postazioni, per muoversi sul territorio anche su due ruote.
3. Cargo-sharing elettrico e cioè furgoni elettrici, per caricare e trasportare comodamente e senza inquinare.
 
Si può accedere alla app tramite il sito ecoroadon.it oppure direttamente tramite qr code.
Dei punti bonus vengono accumulati dagli utenti ogni qualvolta mettono in carica il veicolo utilizzando la carta carburante presente in ciascuna auto, e si traducono in minuti gratuiti di utilizzo del mezzo. Effettuare la ricarica rappresenta la vera azione di condivisione, garantendo agli utenti successivi la possibilità di trovare la vettura carica e dunque di utilizzare il servizio.
Continua a leggere
2646
asvo comuniricicloniE’ un riconoscimento di prestigio, quello conferito da Legambiente ad Asvo s.p.a. (Ambiente Servizi Venezia Orientale) in occasione di Comuni Ricicloni 2015, evento patrocinato dal Ministero dell’Ambiente. L’azienda veneta è stata premiata per essersi contraddistinta nel campo della comunicazione ambientale multicanale. Tra le motivazioni della premiazione: “l’efficacia, la continuità e anche il coordinamento grafico tra tutti gli strumenti di comunicazione utilizzati, web, intranet e cartaceo per informare in tempo reale ed in modo esaustivo gli utenti sui servizi ambientali gestiti dalla società”
  
Presidente Michelutto, quanto è stato importante per un’azienda come la vostra scegliere di puntare non solo sulla qualità dei servizi di raccolta ma anche sulla comunicazione e sul coinvolgimento dei cittadini?
"Le politiche ambientali di ASVO SpA di Portogruaro (Ve) si sono incentrate da sempre sul coinvolgimento diretto  di  tutte le componenti del tessuto sociale del territorio, scuole, famiglie, operatori economici e turisti perché riteniamo che la interazione con gli utenti e i servizi efficienti siano  strettamente correlati tra loro e, in quanto tali, anche le chiavi vincenti delle nostre politiche ambientali che ci hanno permesso di raggiungere prestigiose percentuali di raccolta differenziata.
Asvo utilizza tutti i canali di comunicazione che offre la rete, portale aziendale, social, rete intranet, customer satisfaction  e materiali  cartacei per informare tutti gli utenti in modo veloce ed efficace sulle corrette modalità di utilizzo dei servizi; in questo modo i cittadini hanno anche la possibilità di dialogare con l’azienda, proponendo soluzioni, fornendo preziosi suggerimenti per ottimizzare  e migliorare la qualità dei servizi ambientali offerti.
La  nostra comunicazione oltre a raggiungere i circa 100.000 residenti e le oltre 11.000.000 di presenze turistiche di Bibione e Caorle è incentrata con particolare attenzione sul mondo della scuola; da diversi anni Asvo realizza progetti educativi che coinvolgono  migliaia di ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado del territorio e le loro famiglie perché, come recita il nostro slogan istituzionale “ Insieme per l’ambiente”, siamo convinti che l’ambiente del futuro può e deve essere costruito con il contributo di tutti, azienda, mondo della scuola ed utenti".
Continua a leggere
2038
Ecomondo 1Finalmente è partita Ecomondo! Ricordiamo che Achab Group è presente in veste di protagonista (siamo di base al Pad. D1, Area Social, al FIMA corner) e di spettatore! Da questo momento partiranno le nostre speciali NoteS Ecomondo, con consigli, report, interviste e segnalazioni sostenibili.
 
Tanto per partire ricordiamo che fare il biglietto on line sul sito www.ecomondo.com (utilizzabile anche senza stampare, semplicemente con QR code agli ingressi) è non solo maggiormente sostenibile ma anche più economico!
 
Continua a leggere
2053
ecomondo fimaE anche quest’anno arriva Ecomondo (dal 3 al 7 Novembre, Rimini Fiera), con il suo panorama ricco di eventi, stand, novità, riflessioni e spunti per la sostenibilità di oggi e del futuro.
 
Achab Group sarà presente in doppia veste: in quella formale da protagonista, al corner FIMA nell’area social, padiglione D1, e lungo tutta la fiera per incontrare, comunicare e scoprire. 
 
Ed in quella meno scontata da visitatore, alla scoperta di curiosità e cose da raccontare grazie alle speciali pillole di sostenibilità che verranno lanciate a raffica sulle news del sito proprio durante i 4 giorni della fiera.
 
Vi aspettiamo tutti ad Ecomondo dunque, in fiera e … sul nostro sito www.achabgroup.it
Continua a leggere
3258
evancon ecocentro volantinoNella Unité des Communes valdôtaines Evançon (siamo in Valle d’Aosta) ovunque si viva c’è un ecocentro vicino!
Il maggior numero di centri di raccolta introdotto sul territorio permetterà ai cittadini dell’intera Unione di limitare i casi di abbandono indiscriminato accanto ai cassonetti, conferire più comodamente i rifiuti nel centro a loro più vicina e migliorare le performance di raccolta differenziata. In questo modo si permetterà il riciclo e la messa in sicurezza dei rifiuti che devono essere conferiti proprio ai centri di raccolta (apparecchiature elettriche ed elettroniche, ingombranti, batterie per auto, legno, ecc.).
 
Ormai da qualche mese, nello specifico, è attiva per tutti i cittadini della Unité des Communes la nuova piattaforma di Challand-Saint-Anselme, in frazione Tilly che va ad aggiungersi alle 4 già presenti nel territorio: Ayas, Brusson, Mont Jovet e Verrés, quest’ultima recentemente ampliata al fine di venire incontro alle maggiori esigenze di smaltimento di alcuni rifiuti. 
 
L’evento inaugurale, alla presenza del Sindaco di Challand-Saint-Anselme Piero Dufour, del Presidente della Unité des Communes valdôtaines Evançon Delchoz Battistino, e di Quendoz S.r.l., ha segnato l’effettiva entrata in funzione del centro di raccolta, con il classico taglio del nastro.
Un evento arricchito dalla gradita partecipazione dei bambini delle scuole primarie e dell’infanzia di Challand-Saint-Anselme e di Challand-Saint-Victor, allietati dalla visita di Capitan Eco, il pirata riciclone di Achab Group.
 
La mascotte dell’iniziativa, ha coinvolto i bambini trasportandoli nell’avventura di “Capitan Eco e il Riciclaton” e assegnando loro una missione. Infatti, per incentivare i più piccoli ad agire concretamente, Capitan Eco ha personalmente consegnato a ciascuno dei bambini presenti un album di figurine ed un volantino con il regolamento: fino al 18 settembre il conferimento dei rifiuti al nuovo ecocentro dava diritto a ricevere uno o più pacchetti di figurine, per poter completare l’album e leggere la fantastica storia del Riciclatron, la macchina che ricicla i rifiuti.
 
Sotto, il servizio di TGR Valle d'Aosta sull’inaugurazione di Challand-Saint-Anselme
 
Continua a leggere
2907
velibLiberté, égalité… durabilité! Arriva dalla Francia una importante novità sul tema mobilità sostenibile. Pare infatti che il Ministro dell’Ecologia Royal abbia tutta l’intenzione di introdurre un nuovo incentivo per chi va al lavoro in bicicletta, con un’indennità di 25 centesimi al km per chi, lavoratore dipendente, sceglierà le due ruote per il tragitto casa-lavoro
 
Ancora da definire con certezza i meccanismi: pare che saranno direttamente le aziende (in cambio di sgravi fiscali equiparabili) a finanziare l’indennità direttamente in busta paga al dipendente e che, per il momento, non vi sarà alcuna imposizione, ma saranno le aziende stesse a scegliere se aderire liberamente.
 
Quello che è certo invece è che nel 2014 già fu intentata una sperimentazione delle stesse misure e ci furono risultati incoraggianti. In Belgio, inoltre, questo meccanismo normativo esiste già e chi opta per la "vélo” riceve 22 centesimi a km di indennità. 
In ogni caso la proposta francese profuma molto di verde e rilancia il ruolo di capofila della Francia per la promozione del trasporto a due ruote. Non solo per il Tour de France… e per tutte gli incentivi e aggiustamenti che governo francese e municipalità operano per promuovere l’uso della bici, ma anche e soprattutto per il fatto che fu proprio Parigi (seguendo Lione) la prima capitale ad adottare il moderno bike-sharing, servizio ormai copiato da tutti gli altri grandi centri europei (e non solo), con ben 270 mila utenti.
Continua a leggere
3153
formatArriva dalla Lombardia e più precisamente dalla Provincia di Varese, Comune di Malnate, circa 17 mila abitanti, un esempio virtuoso di gestione dei rifiuti e di premialità per i cittadini che differenziano.
 
Colazione, manicure, e pizza gratuiti per chi realizza, e lo dimostra, gesti virtuosi per la propria città; e poi ancora acquisti agevolati per rimettere a posto la casa, viaggiare o addirittura acquistare gioielli e molto altro. 
E’ così che si presenta il progetto Ecopunti (malnate.ecopunti.it) per i cittadini locali che vedono premiati i loro comportamenti sostenibili (conferimenti alla Piattaforma Ecologica o prelievo oggetti al rinnovato Centro del Riuso, partecipazione ad associazioni di solidarietà, donazioni di sangue, mobilità sostenibile, risparmio energetico) con l’accreditamento di Ecopunti da trasformare in Ecosconti spendibili nei circa 40 negozi (di ogni tipo e con offerte davvero interessanti) aderenti al circuito. Gli Ecosconti (ogni 200 Ecopunti uno sconto) possono essere stampati direttamente alla Piattaforma Ecologica in via dei Tre Corsi o comodamente da casa dal sito malnate.ecopunti.it 
 
E non è solo questo: con l’introduzione della “tariffa puntuale” infatti (grazie a sacchi neri con microchip per l’indifferenziato) il comune alle porte di Varese è infatti passato da un 55% di raccolta differenziata del 2012 ad un roboante 72% nel 2014.
Un aumento vertiginoso nei numeri che consente quindi all’Amministrazione di poter accumulare un forte risparmio (circa 500 mila euro, da sommare ai 300 mila dell’anno precedente) che verrà “spalmato” sulle “bollette” dei cittadini con una riduzione della parte fissa della tariffa di circa il 25%. A ciò si aggiungano gli sconti già ottenuti sulla parte variabile, legati al numero delle esposizioni dei sacchi neri nel corso di un anno: insomma, un cittadino di Malnate potrebbe vedersi ridurre il costo della TARI anche del 30-35%!
 
Per approfondire l’esperienza di Malnate clicca qui
 
Continua a leggere
3067
CISANOE’ un momento di grande fermento a Savona (e dintorni) per la raccolta differenziata. ATA Savona, infatti, azienda che gestisce il servizio in città e in altri comuni della Provincia, sta puntando sulla sensibilizzazione dei cittadini e su cambiamenti nei sistemi di raccolta per ottenere maggiori risultati.
 
Le azioni intraprese da alcuni mesi riguardano dunque la Città di Savona che dopo aver visto completare la progettazione e realizzazione dei nuovi punti di prossimità sull’intera area urbana, sta procedendo all’introduzione della raccolta stradale dell’organico nei quartieri cittadini.
 
In Comuni di diversa dimensione, come Cisano sul Neva (2.000 abitanti circa vicino ad Albenga più presenza di seconde case) invece, quest’estate, si è provveduto al passaggio alla raccolta porta a porta, riservando ai cittadini numerosi momenti e canali di informazione, comprese alcune iniziative didattiche presso la scuola primaria. I primi risultati sono davvero notevoli: il piccolo comune ha già sfondato il muro del 70% di raccolta differenziata, andando ben oltre il 65% programmato come obiettivo.
 
Infine, proprio in questi giorni, un’altra grande campagna è in corso, con l’attivazione alla raccolta domiciliare di altri 3 comuni della Provincia che vogliono seguire le orme di Cisano sul Neva: Calizzano, Bardineto e Murialdo, più di 3 mila abitanti in tutto con forte presenza di seconde case di non residenti. Le famiglie stanno accorrendo numerose alle serate pubbliche ed ai momenti di distribuzione dei materiali nei mercati e grande è l’interesse suscitato dal cambiamento. A dimostrazione che il coinvolgimento dei cittadini è il modo migliore per intraprendere strade di gestione diverse dei nostri rifiuti e raggiungere gli obiettivi che le norme ci impongono.
 
Continua a leggere
2457
infografica annuario test2Anche quest’anno sono arrivate le vacanze di Agosto e per i fortunati che andranno al mare (o verso altre mete) NOTEs suggerisce una lettura interessante da portare sotto l’ombrellone o, perchè no, rilassandosi ad esempio su un prato in montagna.
 
ISPRA (Istituto Superiore per la Ricerca Ambientale) infatti ha appena presentato la sua nuovissima pubblicazione ovvero l’Annuario dei Dati Ambientali 2014-2015 dove si possono trovare davvero una infinità di numeri e statistiche su tutte le tematiche green e ambientali in generale relative all’Italia.
 
Agricoltura, energia, pesca, trasporti, rifiuti, rumore, industria e molti altri approfondimenti per scoprire, attraverso dati ufficiali, la situazione ambientale attuale nel nostro paese. Da segnalare anche un’interessante sezione dedicata alla promozione della cultura ambientale.
 
Scarica tutte le sezioni dell’Annuario e... buone vacanze! NOTEs ritorna a Settembre.
Continua a leggere
3288
PREMIAZIONE ECOQUIZ COVARLe vacanze sono in pieno svolgimento ma ancora grande è la eco tra gli studenti delle scuole che hanno partecipato a Ecoquiz! L’ultimo concorso della stagione 2014-2015, in particolare lanciato dal consorzio COVAR14 (area sudovest di Torino) nei comuni di Beinasco, Bruino, Orbassano, Piossasco e Rivalta di Torino in collaborazione con le cooperative che gestiscono le raccolte in tali comuni ovvero Cooplat, Frassati, La Nuova (e il CNS) si è concluso con una importante cerimonia di premiazione, alla presenza delle massime autorità locali.
 
La gara, riservata agli studenti dell’Istituto Scolastico Superiore Amaldi-Sraffa di Orbassano, partita ad Aprile e chiusasi a fine anno scolastico, ha registrato numeri importanti, avendo visto battagliare sull’applicazione on line Ecoquiz circa 260 ragazzi di tutte e tre le scuole parte dell’Istituzione Scolastica (ITI, ITC e Liceo) con più di 400 partite al giorno giocate e più di 10mila in totale! 
 
Alla fine, dopo una lotta serrata negli ultimi minuti, l’hanno spuntata 3 studenti (particolare curioso) tutti residenti del Comune di Piossasco: nell’ordine Davide Carrescia (3A ITC), Ilenia Petrosino (3A ITC) e Mindaye Rambaudi (4A Liceo SA) i quali si sono accaparrati i tre tablet in palio ed hanno sfruttato al meglio il meccanismo del reset: per raggiungere punteggi superiori, si riparte da zero ma avendo già la conoscenza di molte risposte nel frattempo imparate, si può quindi rispondere in modo più veloce totalizzando sempre più punti.
 
Sarà stata contenta il Sindaco di Piossasco Roberta Avola Faraci, la quale assieme ai suoi colleghi di Orbassano Gambetta, di Bruino Riccardo e di Rivalta di Torino Marinoni, oltre all’Assessore all’Ambiente del Comune di Beinasco Chinaglia, ha premiato i tre vincitori, alla presenza del Presidente Covar14 Leonardo Di Crescenzo in un “parterre de rois” di istituzioni che ha nobilitato la forte partecipazione dei ragazzi.
 
Forti emozioni e tante conoscenze acquisite attendono ancora molti altri studenti nel nuovo anno scolastico: fatevi sotto con Ecoquiz, un modo semplice ed attuale per divertirsi ed imparare!
 
Continua a leggere
3472

big hanna masserano“Eccovi le chiavi e buon divertimento”. Sono partiti nella frazione Rongio Superiore di Masserano (Biella) i conferimenti diretti di residuo organico (“umido”) dei cittadini nella compostiera elettromeccanica Big Hanna, la quale provvederà, tra qualche tempo e, sotto la supervisione dei tecnici del Comune e del Consorzio COSRAB, a fornire il primo compost da mettere a disposizione della cittadinanza.

 

Proprio con il supporto di COSRAB (Consorzio Smaltimento Rifiuti Area Biellese) e nell’ambito del progetto transfrontaliero C3PO per la riduzione dei rifiuti (Alcotra Italia-Francia, 2007-2013) a Rongio Superiore non solo è stata messa a disposizione una macchina Big Hanna per i residui organici degli abitanti ma sono state riorganizzate le raccolte differenziate e creata un’area ecologica videosorvegliata ad esclusivo uso dei residenti locali, con tanto di chiave d’accesso.

 

Un cambiamento ben accettato dalla comunità locale (circa 80 famiglie tra residenti fissi e seconde case) che servirà soprattuto a migliorare la qualità della raccolta differenziata e ad evitare gli abbandoni a fianco dei cassonetti che sempre hanno disturbato la tranquilla quotidianità di questo borgo biellese.

 
Continua a leggere
3224

WATER GAME POLESINERagazzi delle scuole del territorio servito dal Consiglio di Bacino del Polesine tocca ancora a voi! Per l’anno prossimo, dopo il successo dell’edizione 2014-2015, è in programma il Water Game 2, gioco on line promosso appunto dal Consiglio di Bacino Polesine (ATO Polesine, siamo in Provincia di Rovigo) e realizzato da Achab Group, dedicato agli insegnanti, studenti e genitori, con il quale, attraverso vari ambienti e capitoli, è possibile approfondire e testare le proprie conoscenze relative al tema acqua, in modo simpatico e divertente.

Nella prima edizione che ha visto partecipare circa 300 alunni tra scuole primarie e secondarie grande successo ha avuto la festa finale con la partecipazione di Ottone e Azzurra e la premiazione delle classi vincitrici ovvero per le scuole primarie la classe 5^ di Guarda Veneta e per le scuole secondarie la classe 1^A della scuola Leonardo Da Vinci di Papozze.

L'iniziativa mira a stimolare riflessioni ed approfondimenti in ambito scolastico e domestico rispetto all'uso dell'acqua (interessantissime le schede scaricabili), in modo consapevole e attento, non solo a scuola ma in tutti gli ambiti in cui i ragazzi sono chiamati a muoversi e vivere.

Insomma, un invito a pensare in modo divertente, grandi e piccoli, alla nostra risorsa più preziosa, l’acqua. Quindi, rimanete aggiornati, dopo le vacanze tutte le istruzioni per la nuova edizione!

Water Game è su: http://scuoleatopolesine.achabgroup.it/

Continua a leggere
3081

Aosta 6x3 3Raccolta differenziata, innovazione, divertimento, musica, teatro, informazioni e acqua. Manca qualcosa?

Dal 1 Giugno molti sono i cambiamenti per i cittadini di Aosta in tema di conferimento dei rifiuti: l’organico si deve raccogliere separatamente e le lattine sono raccolte congiuntamente alla plastica (come da linee guida Conai) e non più assieme al vetro.

Insomma una vera e propria rivoluzione, ma non finisce qui, perchè anche la tecnologia vuole la propria parte: per coloro che abitano nel centro storico il conferimento dei rifiuti avviene adesso solo tramite una apposita tessera identificativa, idem per l’accesso ai centri di raccolta, ma questa volta la tessera è per tutte le famiglie indipendentemente dalla zona di residenza.

Un fiume di novità quindi anche in vista di una preparazione all’eventuale passaggio alla tariffazione puntuale.

 

 

La campagna di comunicazione, lanciata sin da settembre 2014, ha visto il succedersi di molte attività, tra le quali spiccano i numerosi momenti informativi predisposti per la popolazione tra serate pubbliche e gazebo in città.

Ed a chiudere in bellezza il percorso ci ha pensato la Festa per l'Ambiente in Piazza Chanoux, giunta ormai alla sua seconda edizione, organizzata dalla Città di Aosta in collaborazione con Quendoz srl. L'evento è stato legato idealmente alla Giornata Mondiale dell'Ambiente proclamata dall'ONU e celebrata ogni anno il 5 giugno dal 1972 ad oggi ed ha colto appunto l’occasione per promuovere e diffondere in modo corretto tutti i cambiamenti introdotti.

Il programma è stato molto intenso a partire dal divertimento per grandi e piccini grazie a ben 3 repliche dello spettacolo musical-teatrale “Capitan Eco Live”, al mattino, primo pomeriggio e tardo pomeriggio e continuando con un punto informativo no-stop per sciogliere gli ultimi dubbi legati al nuovo metodo di conferimento dei rifiuti.

E volevate che dalla Festa per l’Ambiente fosse esclusa l’acqua, la nostra più preziosa risorsa? Niente affatto: tutti gli adulti che hanno partecipato, infatti, hanno ricevuto in omaggio la tessera ricaricabile per le Case dell'Acqua di Aosta!

 

Insomma, una grande celebrazione per Aosta e per l’Ambiente, nell’ottica di una ricerca da parte dell’Amministrazione Comunale locale di sempre migliori momenti costruttivi di incontro fra Ente pubblico, gestore dei servizi di raccolta e cittadinanza, intesa anche come il giusto incontro tra bambini e adulti!

Info sui cambiamenti: http://www.quendoz.it/nuovo-sistema-raccolta-rifiuti-1-giugno-2015.html

 

Continua a leggere
3334

Papa-Francesco-copiaE’ appena uscita “Laudato Sì”, prima enciclica completamente scritta da Papa Francesco che non può passare inosservata, in quanto, leggendone alcuni passaggi si può già parlare di vere e proprie riflessioni sostenibili elaborate da parte del Pontefice.

Rifiuti, inquinamento, acqua, spreco alimentare, mobilità sostenibile, energia: tutti temi trattati da Papa Bergoglio che si possono trovare qui scaricando la versione completa della sua opera, davvero interessante.

Una vera "benedizione dall’alto" per chi dedica la sua passione e indirizza le sue energie verso la salvaguardia del nostro prezioso pianeta.

 
Continua a leggere
2474

riapp seabCome utilizzare al meglio l'integrazione tra il tuo portale e RiApp? Da Seab Biella un esempio concreto che migliora l'efficacia della comunicazione, utilizza al meglio tutte le nuove tecnologie e riduce i costi di aggiornamento moltiplicando i contatti. RiApp è  l'app dedicata ai rifiuti e alle raccolte differenziate sviluppata da Achab Group. Una webapp si distingue da una app nativa per essere a tutti gli effetti una sorta di sito navigabile che viene utilizzato dagli utenti su smartphone come se fosse una app. Questa caratteristica ha alcuni vantaggi, che Seab Biella ha saputo sfruttare al meglio, integrandola direttamente al suo portale come riferimento per tutte le informazioni riguardanti la raccolta differenziata.
In particolare, diventa semplicissimo integrare nel proprio sito web RiApp in modo che per l'utente che accede da un pc il tutto si configuri come un'unica pagina web.
In questo modo da PC o Tablet è possibile accedere a tutte le informazioni descritte in RiApp, frequenze di raccolta, giorni ed orari, ecocentri, consigli utili, errori da evitare, cosa diventano i nostri materiali.
Una soluzione che migliora l'esperienza d'uso e l'accessibilità del sito, superando le pagine pdf, permette di aggiornare i dati una sola volta, per sito e app, riduce i costi di gestione del sito e moltiplica i contatti, sfruttando l'investimento fatto per implementare RiApp anche a favore di chi naviga su web.

 

 

Continua a leggere
Taggati su: Achab Group