Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi

News

250

cesano boscne 2019

Si è conclusa lo scorso weekend a Cesano Boscone (MI) l'ennesima edizione di FestAmbiente, manifestazione di 3 giorni tradizionalmente in un weekend di metà maggio, nella quale l'Amministrazione Comunale della cittadina dell'hinterland milanese, festeggia la sostenibilità assieme a scuole, associazioni locali e, ovviamente, ai suoi cittadini.

Un evento di gioia e promozione di tutte le iniziative intraprese nel corso dell'anno da parte dei principali attori sociali del comune milanese. E così in mezzo a pedalate ecologiche e numerosi piccoli eventi da gustare e vedere c'è stato spazio anche per il "nostro" Capitan Eco, il quale, per il secondo anno consecutivo ha partecipato al concorso "La tua scuola in piattaforma", una vera e propria gara tra plessi e classi per stabilire chi tra loro utilizza di più e meglio la Piattaforma Ecologica locale, gestita dalla Cooperativa dell'Orso Blu. Il pirata ecologico è così salito sul palco, assieme al Sindaco Simone Negri, per premiare sia la scuola dell'infanzia Walt Disney (miglior plesso), sia la 4^ della scuola primaria Bramante (miglior classe). Entrambe, in premio, riceveranno un contributo economico per necessità didattiche future.

E c'è stato spazio anche per l'allestimento di una interessante mostra didattica (dedicata ad alunni delle secondarie ma anche a tutti gli abitanti) denominata "Disimballiamoci", realizzata nell'ambito delle attività nelle scuole promosse da San Germano Iren e allestita nello"stand" dell'Amministrazione Comunale locale, con l'obiettivo di fornire dati e spunti di riflessione sul tema dell'invasione degli imballaggi e sulle misure da prendere per combatterla.

FestAmbiente dura solo 3 giorni, ma a Cesano Boscone la festa per l'ambiente dura davvero tutto l'anno grazie soprattutto alla partecipazione e all'attenzione di tutti gli alunni delle scuole di ogni grado del comune milanese.

b2ap3_thumbnail_photo_2019-05-14_16-17-50.jpgb2ap3_thumbnail_photo_2019-05-14_16-16-57.jpgb2ap3_thumbnail_photo_2019-05-14_16-16-49.jpgb2ap3_thumbnail_photo_2019-05-14_16-16-14.jpg 

 

Continua a leggere
277

condominivirtuosi

Gestire bene i rifiuti (anche in condominio) è possibile. Lo dimostrano le 45 famiglie di Beinasco - in provincia di Torino - che, a seguito di una serie di azioni di sensibilizzazione, ispezione e controllo sulla raccolta differenziata, hanno ricevuto il riconoscimento di "Condomìni Virtuosi".

Le iniziative di monitoraggio si sono susseguite a partire dallo scorso ottobre nell'ambito della seconda edizione della campagna "Rifiuti sotto controllo", ideata e realizzata da Achab Group, e conclusasi lo scorso 7 maggio con l'evento di premiazione presso il Comune di Beinasco, alla presenza dell'assessore all'Igiene Urbana Alfredo Di Luca, il vicesindaco Antonella Gualchi e l'assessore Elena Lumetta.
La targa di "Condomìni Virtuosi" è stata assegnata dal Comune e da Covar14 ai 5 condomìni che si sono rivelati i più attenti nella raccolta differenziata, con i rifiuti ben ripartiti nei cassonetti giusti e soprattutto con una buona gestione del rifiuto indifferenziato.

Anche grazie a queste iniziative di sensibilizzazione, il Comune di Beinasco ha raggiunto l'importante traguardo del 65% di raccolta differenziata. Ma c'è ancora molto da fare!
In riferimento al recente giro di ispezioni sulla utenze condominiali, effettuate in affiancamento alla Polizia Municipale e all'Ispettore di Covar14, solo il 50% dei controlli (sul totale delle raccolte) si è rivelato positivo, mentre i contenitori dell'indifferenziato sono stati trovati colmi di rifiuti riciclabili in oltre il 75% dei casi.
I risultati delle ispezioni dimostrano dunque che, quando la differenziata è fatta, è fatta bene.
Pochi gli errori legati alla gestione delle singole frazioni di raccolta differenziata, ma ancora troppo diffusa la mancanza di separazione dei rifiuti, che spesso non vengono differenziati a monte dalle utenze e, dunque, non possono essere avviati correttamente al riciclo. Una perdita economica oltre che un danno per l'ambiente!

I numeri della campagna, d'altronde, sono indicativi di una crescente attenzione da parte dei cittadini verso le tematiche ambientali:
* 150 condomini coinvolti
* Oltre 5.400 famiglie
* Oltre 560 contenitori ispezionati
* Circa 900 utenze presenti durante le attività di animazione

Controllare il contenuto dei bidoni casa per casa, condominio per condominio, è una modalità di sicura efficacia per individuare le situazioni critiche e, al contempo, fornire ai cittadini informazioni dirette, risolvendo dubbi e difficoltà puntuali.
L'incentivo dato dal riconoscimento dei Condomini Virtuosi rappresenta un'occasione per diffondere e rafforzare le buone pratiche di conferimento dei rifiuti, dimostrando che basta un po' di attenzione in più per migliorare l'ambiente in cui viviamo, partendo dal senso di responsabilità di ciascuno.

Continua a leggere
256

ecoambiente

Un altro caso in cui si può affermare che l'introduzione della raccolta domiciliare è sempre portatrice di risultati importanti è quello del Comune di Rovigo.
Il passaggio alla raccolta porta a porta che ha finora coinvolto le frazioni di Rovigo, dal 2017 ad oggi è costantemente progredito ed ha permesso un generale miglioramento sia delle percentuali che della qualità di rifiuto differenziato raccolto.

Infatti, la raccolta differenziata nelle undici frazioni, ha raggiunto punte superiori al 70%, ben oltre il parametro di Legge previsto e se prese singolarmente, zona per zona, si evidenziano casi ancor più virtuosi.
Vi sono zone ancora da migliorare, come la cintura esterna ed il centro cittadino di Rovigo, oggetto di studio e configurazione del corretto servizio a cui puntare per rispettare non solo i dettami legislativi, ma anche uno standard di qualità ambientale minima di alto livello.

L'attività di educazione ambientale nelle scuole in tutti i Comuni del territorio provinciale, unitamente ai punti informativi ed i momenti di contatto con la cittadinanza, portano Ecoambiente ad essere in costante relazione con gli utenti per fornire informazioni e utili contenuti con l'obiettivo non solo di migliorare i servizi cercando di cogliere le loro esigenze ma soprattutto di migliorare la cultura in tema di salvaguardia dell'ambiente e della corretta gestione dei rifiuti.
E l'impegno continua...

Continua a leggere
293

amiat 50 anni

Cinquant'anni di Amiat in mostra. "Il futuro è nella nostra storia" è il titolo dell'esposizione celebrativa che è stata inaugurata sabato 4 maggio alle ore 10,00 (dal Presidente Amiat Aimaro e dall'A.D. Riu, affiancati dal Direttore della Comunicazione Iren Veronesi, alla presenza della Sindaca della Città di Torino Appendino, dell'Assessore all'Ambiente Unia, della Presidente della Commissione Ambiente della Regione Piemonte Accossato, e della Vice Presidente del Senato della Repubblica Casellati) presso la Sala Mostre della Regione Piemonte in piazza Castello 165 a Torino e che sarà visitabile fino a domenica 26 maggio, con ingresso libero, tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18.

La mostra offre un percorso narrativo all'interno della storia di Amiat (oggi società del Gruppo Iren) in stretta relazione con la storia della città e con i cambiamenti urbanistici, sociali ed economici che hanno accompagnato gli ultimi cinquanta anni di Torino e del suo territorio.

Achab Group è felice di far parte di questa storia sin dal lontano 2004, principalmente attraverso il proprio contributo con le attività di comunicazione capillari, casa per casa e quartiere per quartiere che hanno toccato, nel corso di 15 anni, più di 450.000 residenti in tutta la città, coadiuvando Amiat nella fase di passaggio dal sistema di raccolta stradale a quello "porta a porta".
Un processo, ancora in corso, che sicuramente rientra tra quelli più significativi di questi 50 anni di storia.

E, allo stesso modo, è onorata di vedere esposte in questa mostra ben due delle collaborazioni più belle e particolari di questi anni, per ciò che riguarda le campagne di comunicazione: "C'è più gusto insieme" (campagna rivolta ai residenti stranieri, datata 2009) e "Diamo una scossa alla raccolta differenziata" (progetto di raccolta dei piccoli RAEE, anno 2014).

b2ap3_thumbnail_amiat-stranieri.jpgb2ap3_thumbnail_Una-scossa-alla-raccolta-differenziata.pngb2ap3_thumbnail_photo_2019-05-06_17-47-06.jpgb2ap3_thumbnail_photo_2019-05-06_17-47-03.jpgb2ap3_thumbnail_photo_2019-05-06_17-46-56.jpgb2ap3_thumbnail_photo_2019-05-06_17-46-43.jpgb2ap3_thumbnail_photo_2019-05-06_17-46-40.jpg

 

Continua a leggere
284

bari compostgoal

Compost Goal è un programma di misurazione delle performance ambientali dei comuni che conferiscono la frazione organica presso l'impianto di compostaggio Progeva, con sede in Laterza (TA), giunto ormai alla sua conclusione.

Il progetto ha avuto l'obiettivo di promuovere la qualità della frazione organica e l'uso di materiali biodegradabili e compostabili nella raccolta dei rifiuti urbani e nei processi industriali di produzione del compost mediante la fornitura di Media Kit informativi e l'organizzazione di seminari gratuiti di formazione rivolti non solo ai Comuni ma a tutti gli stakeholders coinvolti nella filiera del rifiuto organico.

Quando:
Mercoledì 22 maggio 2019 ore 9:30 – 13:00
Dove:
Aula Magna "Aldo Cossu" Università degli Studi di Bari Aldo Moro - Piazza Umberto I, 1, 70121 Bari BA.
Contatti: www.compostgoal.net

Scarica il programma dell'evento!

Continua a leggere