Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi

News

196

palsticaddio

Inauguriamo una nuova rubrica Achab Group di consigli per letture interessanti e sempre sostenibili: #LettureLeggere.

Quando ci troviamo a dover sviluppare un nuovo progetto, la prima cosa che facciamo è fare ricerca: non viviamo avulsi dalla realtà, quindi la rete ci è di grande supporto, ma per noi le fonti sono una parte essenziale della nostra ricerca e spesso in internet non si è certi di cosa si legge. Per avere fonti attendibili, bisogna spesso tornare ai libri.
E allora perché non condividere le nostre belle scoperte con voi? Così, quasi per caso, è nata questa rubrica. Alla fine di una riunione di redazione, è scoccata la scintilla: perché non iniziamo una rubrica di consigli per la lettura? Ma sì, dai... perché no?

Non sappiamo quanto durerà, con quale frequenza uscirà, che tipo di libri proporremo: surferemo l'onda delle nostre scoperte, di quei libri che ci hanno fatto sgranare gli occhi e dire "WOW!" quando abbiamo chiuso l'ultima pagina.
Inauguriamo quindi questa rubrica con il libro Plastica addio. Fare a meno della plastica: istruzioni per un mondo e una vita "zero waste" di Elisa Nicoli e Chiara Spadaro (edizioni Altreconomia).
Una vita senza plastica? Si può fare! Questo libro spiega perché fermare la plastica è un imperativo categorico e come sia possibile farne a meno. I numeri non lasciano scampo: la produzione mondiale di plastica è di circa 350 milioni di tonnellate. Ed è destinata ad aumentare ancora. Il messaggio è forte e chiaro, per invertire la tendenza c'è un solo modo: smettere di usare plastica, soprattutto quella usa-e-getta, e di produrla. In queste pagine le autrici forniscono preziosi consigli pratici per iniziare una vita "zero waste": dalla spesa alla cura della casa, dalla cosmesi agli abiti, dall'ufficio ai viaggi.
Un'idea pratica e comoda per l'estate? Lo shampoo solido che permette di azzerare l'acquisto di confezione in plastica e avere un prodotto comodo da trasportare... soprattutto d'estate! Niente confezioni che si aprono in valigia, niente problemi in aeroporto, solo un piccolo pezzo di sapone per capelli che vi basterà per tutta la vacanza.
Non vi va di leggere o non siete convinti? Nessun problema! Martedì 16 luglio una delle autrici, Chiara Spadaro, è stata ospite di Radio Deejay per presentare il libro "Plastica addio": qui potete riascoltare l'intervista... e magari dopo vi verrà la voglia di prendere anche il libro.

"Leggere libri è il gioco più bello che l'umanità abbia inventato", scriveva Wisława Szymborska. E allora buon gioco, buon divertimento, buone letture e al prossimo appuntamento!

Continua a leggere
146

cosrab junker

CO.S.R.A.B., il Consorzio Smaltimento Rifiuti dell'Area Biellese, ha promosso su tutto il territorio della Provincia di Biella, l'utilizzo di due app per smartphone, scaricabili gratuitamente da tutti i cittadini.

La prima è Junker, la app che, attraverso un apposito sistema di lettura, permette di leggere i codici a barre degli imballaggi, scompone il prodotto in tutti i materiali di cui è fatto e indica il contenitore corretto dove buttarli. Il funzionamento è semplice: si scarica la app, si imposta il proprio comune, si inquadra il codice a barre e si scopre la corretta destinazione, unita ad una serie di informazioni utili sui materiali e il loro conferimento. Inoltre, per tutti i cittadini residenti nei comuni della provincia di Biella, saranno disponibili informazioni in più circa i servizi gestiti dal Consorzio, gli orari dei centri di raccolta e i diversi punti di diffusione dei cassonetti di raccolta degli abiti usati.

A supporto del progetto è stata condotta una campagna di promozione della app, gestita da Achab Group, che ha utilizzato diversi strumenti comunicativi.
Sono stati infatti realizzati materiali divulgativi, postazioni informative in alcuni dei luoghi di maggiore afflusso (centri commerciali, mercati cittadini, polo universitario, fiere e manifestazioni locali) con un piccolo gadget regalo previsto ai citaddini che avessero scaricato sul momento la app.

E' stata inoltre creata, sempre in un contesto di modernizzazione degli strumenti del Consorzio, la nuova pagina Facebook - @Cosrab - per veicolare informazioni, curiosità e modalità di utilizzo della nuova applicazione.

La seconda app destinata a tutti i cittadini è ECOATTIVI, che permette di guadagnare punti attraverso azioni positive, gestisce classifiche e performance, e premia i comportamenti dei cittadini; si tratta di un modo coinvolgente, che coniuga tecnologie smart e tecniche di gioco per educare e fare formazione. L'obiettivo del progetto è diffondere una cultura attenta ai temi della sostenibilità e premiare i comportamenti positivi dei cittadini. Si maturano punti con i conferimenti agli ecocentri, la mobilità sostenibile, i prestiti in biblioteca, i test di apprendimento e missioni e sfide direttamente sull'app. Inoltre si possono coinvolgere amici invitandoli a partecipare al progetto e guadagnando punti. Sono già stati estratti e verranno premiati a Luglio ben 56 cittadini che hanno vinto i premi più disparati grazie alle loro azioni sostenibli: biciclette elettrcihe, biciclette tradizionali, buoni viaggio e buoni spesa presso supermercati ed esercizi locali. Premi che raddoppieranno nella seconda estrazione, nella quale saranno estratti altri 55 fortunati cittadini virtuosi!

Inoltre tutti i partecipanti concorrono anche al concorso nazionale "Ecogame2019" che mette in palio un'auto elettrica (guida da 14 anni), 1 iPad 32giga wifi+cellular e 20 Kindle 6".

Non solo premi ma anche divertimento con la classifica Nazionale e per Comune, l'indicatore di livello, i badge progressivi per tipologia di azioni e un misuratore di performance che indica in tempo reale la propria sostenibilità. Dice Paolo Silingardi, presidente di Achab Group: "Cambiare i comportamenti abituali è spesso faticoso, per questo è utile diffondere le buone pratiche anche utilizzando strumenti smart e tecniche di gamification, che coinvolgono gli utenti e premiano i comportamenti positivi".

b2ap3_thumbnail_WhatsApp-Image-2019-07-19-at-14.59.40.jpgb2ap3_thumbnail_WhatsApp-Image-2019-07-19-at-14.59.40-2.jpgb2ap3_thumbnail_57314229_10219978205747806_1956243301363351552_n.jpgb2ap3_thumbnail_56835751_10219978205067789_1574478321440260096_n.jpgb2ap3_thumbnail_57253399_10219978204467774_2936138157210468352_n.jpg

Continua a leggere
271

a2a sos

Quanto può "valere" oggigiorno un video? La domanda è semplice, ma la risposta lo è decisamente meno. La ricerca della McQuivey's Forrester ha evidenziato che un video da 60 secondi ha lo stesso impatto comunicativo di quasi 2 milioni di parole. A questo si aggiunge anche che il 65% delle persone a distanza di tre giorni ricorda le informazioni di un video visto, a differenza del solo 10% di persone che ricorda quanto letto in un testo scritto (fonte: clicca qui).

Il video, quindi, non è più solo uno strumento social di uso personale ma diventa a tutti gli effetti un modo di diffondere cultura e conoscenza in maniera differente dai classici documentari scientifici. Per questo A2A e AMSA, in collaborazione con il Comune di Milano, hanno creduto fortemente nella necessità di creare una serie di video per l'educazione alla sostenibilità rivolti al target scolastico ma anche agli adulti:

* "aMIamo LA NOstra città" è dedicato al rispetto degli spazi urbani, con un'informazione puntuale sui servizi messi in campo per rendere vivibile una grande città come Milano;
* "Noi e il clima" spiega con termini semplici ma non banali il fenomeno dei cambiamenti climatici e invita ad azioni personali semplici ma necessarie per invertire la rotta;
* infine in fase di realizzazione ci sarà anche un video che approfondisce il mondo delle fonti energetiche e delle diverse modalità di produzione di energia.

I video, disponibili sul portale scuola di A2A nella sezione "Edu TV", sono stati realizzati dal gruppo di lavoro costituito dal settore Educational e Progetti Editoriali di A2A e Achab Group che si occupa di educazione e comunicazione ambientale per garantire la fruibilità dei contenuti trattati, semplificandoli senza banalizzarli ma anzi al fine di renderli comprensibili e attuabili da parte di tutti.

L'obiettivo è proprio quello di generare un reale cambiamento a partire dalla vita quotidiana di ognuno. Ora resta solo un modo per capire se l'obiettivo è raggiunto: vedere i video e diffonderli il più possibile. Buona visione e condivisione!

Continua a leggere
284

videoscuole2019

Dopo un anno intenso di attività didattiche di ogni genere, è proprio ora di festeggiare: e noi lo sappiamo fare benissimo!

Laboratori, giochi didattici, attività in aula, visite guidate sul territorio: ne abbiamo fatte davvero di tutti i colori quest'anno. L'estate ci ha trovati pieni di esperienze che andavano concluse nel migliore dei modi: festeggiando! Abbiamo conosciuto docenti e alunni da ovest a est, da nord a sud... lambendo tutte le estremità geografiche del nostro bellissimo paese. Ci siamo divertiti e abbiamo imparato insieme come riuscire a cambiare e ad essere più sostenibili. Ora ci aspetta un po' di riposo estivo e poi si riparte, pronti con altre mirabolanti attività per le scuole.

Quindi, bando alle ciance e buona visione: questo è solo un piccolo assaggio di come l'equipe Achab sa fare festa!

Guarda il video!

Continua a leggere
329

evoluzione

E' pronto il primo progetto teatrale firmato da Achab Group "Evoluzione. Riflessioni postume di un Australopitecoandato in scena per la prima volta nel prestigioso teatro Luigi Russolo di Portogruaro registrando il tutto esaurito per i 430 posti disponibili e grande successo di pubblico e di critica.

Il progetto comprende anche una lezione spettacolo per le scuole superiori, un libro, che contiene oltre al monologo anche un breve saggio sui concetti di sviluppo, sostenibilità, equilibrio, senso del limite e un gioco spettacolo per bambini. Al centro del progetto la storia dell'evoluzione e una riflessione sul rapporto tra la nostra specie e la natura.

Nel monologo, portato in scena dall'attore e regista Saverio Bari, un Australopiteco, che ha sviluppato la posizione eretta e il pollice opponibile, ponendo in essere le condizioni per lo sviluppo del genere Homo, si interroga sul nostro destino di 'Homo Sapiens' e sul rapporto che abbiamo costruito con l'ambiente. Spesso critico, a volte caustico e ironico, a volte introspettivo, esponendo fatti, notizie, eventi ci costringe a riflettere sui nostri stili di vita e sul nostro arbitrario dominio sulla natura.

Per il Presidente di ASVO, Luca Michelutto, "La realizzazione a Portogruaro della prima Nazionale dello spettacolo teatrale completa le tante attività che ASVO sostiene regolarmente per educare ed informare la popolazione, non solo sulle raccolte differenziate, ma anche sui problemi ambientali che i cambiamenti climatici ci impongono di affrontare. Siamo molto soddisfatti di poter offrire questo evento ai cittadini che ogni giorno collaborano con noi per ridurre il peso dei rifiuti e riciclare di più."

"Ringrazio il presidente di ASVO, il teatro e le amministrazioni comunali che hanno patrocinato il progetto, accogliendo la nostra proposta" continua Paolo Silingardi, Presidente Achab Group, "per noi è una prima nella prima, perché abbiamo deciso da poco di utilizzare gli strumenti dell'arte e del teatro per fare divulgazione scientifica, informando ed emozionando. Partiamo da qui con un progetto ambizioso che porteremo in giro per l'Italia."

Un sentito ringraziamento anche a Luca Mercalli, climatologo ed esperto di cambiamenti climatici e Guido Barbujani, genetista ed esperto di evoluzione che hanno partecipato al progetto con un contributo audio in cui affrontano i temi più significativi dei cambiamenti climatici e della sostenibilità.

Per saperne di più www.evoluzione.eco

Continua a leggere