Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi
Iscriviti a questa lista tramite RSS Post sul blog taggati in Ambiente
111

 StatoAmbientePiemonte

E' stata presentata qualche giorno fa la Relazione sullo stato dell'Ambiente della Regione Piemonte, dalla Regione stessa e da Arpa Piemonte, alla presenza e con la partecipazione attiva dell'Assessore all'Ambiente Matteo Marnati, del Direttore regionale della Direzione Ambiente Roberto Ronco, del Direttore generale di Arpa Piemonte Angelo Robotto e del Direttore di IRES Piemonte Marco Sisti.

Coinvolgente e di impatto il modo di presentazione dei dati che privilegia infografiche (all'interno di un vero e proprio "geoportale"), video e slides liberamente scaricabili, in modo da soffermarsi sui 4 elementi di analisi ambientale, ovvero clima, aria, acqua e territorio analizzati attraverso 150 indicatori.

E così è facile e divertente muoversi nella infografica che riassume tutti i dati o soffermarsi sul video "Come sta l'ambiente in Piemonte".

Proprio sull'aria poi, l'inquinamento della quale è tema molto sentito nelle regioni che si affacciano sulla Pianura Padana, si è soffermata particolarmente l'attenzione della giornata di presentazione. Di seguito le presentazioni scaricabili sul tema di:

- Angelo Robotto, Direttore Generale ARPA

- Roberto Ronco, Direttore Regione Piemonte, Direzione Ambiente

- Marco Sisti, Direttore IRES Piemonte

Infine, altrettanto interessante, sul tema più specifico della comunicazione, la presentazione di Maria Concetta Giunta di ISPRA sul "ruolo della conoscenza" e sull'importanza del reporting dei dati ambientali.

Continua a leggere
2644

moss-594461_1280.jpg

È stato pubblicato nei mesi scorsi il rapporto L'ambiente in Europa – Stato e prospettive nel 2015 (SOER2015) dell’Agenzia Europea dell’Ambiente che valuta per 33 paesi europei in modo integrato dati a livello globale, regionale e nazionale, accompagnati da confronti tra vari Paesi.

Ecco i punti salienti evidenziati per tematica:

  • Rifiuti: la gestione dei rifiuti in Europa è migliorata negli ultimi anni, con un calo della produzione totale e, soprattutto, del conferimento in discarica. I Paesi membri e i Paesi che cooperano con l’Agenzia (denominati AEA33), hanno raggiunto un tasso medio di riciclo del 29% nel 2012, (+ 7% sul 2004). I rifiuti urbani smaltiti in discarica, nel 2014, sono stati pari a circa 9,3 milioni di tonnellate, (meno 14% in un anno, 1,6 milioni di tonnellate di rifiuti). Purtroppo però c’è molta disparità tra i vari paesi: c’è ancora chi usa molto o quasi totalmente la discarica.
  • Acque: l'inquinamento che proviene dal settore agricolo è ancora un dato che non convince ma le concentrazioni di nitrati medi nei fiumi europei si sono ridotte di oltre il 20% tra il 1992 e il 2012, mentre le concentrazioni di ortofosfato sono più che dimezzate.
  • Energia: si registra fortunatamente un aumento della quota di energie rinnovabili in 32 paesi su 34 a fronte di un piccolo aumento del consumo energetico lordo.
  • Aria: Tra il 1990 e il 2012 le emissioni di gas a effetto serra nell’Unione Europea a 28 stati sono diminuite del 19%, nonostante un incremento del 45% della produzione economica. Anche qui però, negli Stati esaminati (AEA33) ci sono tendenze diverse, con emissioni in calo in 22 paesi (tra cui l’Italia) e in aumento in 11.

Il rapporto completo e le analisi sintetiche sono disponibili al seguente link

 

 

Continua a leggere
2364
infografica annuario test2Anche quest’anno sono arrivate le vacanze di Agosto e per i fortunati che andranno al mare (o verso altre mete) NOTEs suggerisce una lettura interessante da portare sotto l’ombrellone o, perchè no, rilassandosi ad esempio su un prato in montagna.
 
ISPRA (Istituto Superiore per la Ricerca Ambientale) infatti ha appena presentato la sua nuovissima pubblicazione ovvero l’Annuario dei Dati Ambientali 2014-2015 dove si possono trovare davvero una infinità di numeri e statistiche su tutte le tematiche green e ambientali in generale relative all’Italia.
 
Agricoltura, energia, pesca, trasporti, rifiuti, rumore, industria e molti altri approfondimenti per scoprire, attraverso dati ufficiali, la situazione ambientale attuale nel nostro paese. Da segnalare anche un’interessante sezione dedicata alla promozione della cultura ambientale.
 
Scarica tutte le sezioni dell’Annuario e... buone vacanze! NOTEs ritorna a Settembre.
Continua a leggere
3238

Papa-Francesco-copiaE’ appena uscita “Laudato Sì”, prima enciclica completamente scritta da Papa Francesco che non può passare inosservata, in quanto, leggendone alcuni passaggi si può già parlare di vere e proprie riflessioni sostenibili elaborate da parte del Pontefice.

Rifiuti, inquinamento, acqua, spreco alimentare, mobilità sostenibile, energia: tutti temi trattati da Papa Bergoglio che si possono trovare qui scaricando la versione completa della sua opera, davvero interessante.

Una vera "benedizione dall’alto" per chi dedica la sua passione e indirizza le sue energie verso la salvaguardia del nostro prezioso pianeta.

 
Continua a leggere
3158

Le proposte di eco teatro targate Achab Group si arricchiscono di un nuovo spettacolo

Cosa vorrà dire Eco-sostenibilità? Chi è che sostiene chi? Si mangia forse? C’entra per caso l’ambiente? Cosa si sostiene?
Due personaggi, Spillo e Tappo, una coppia comica in piena regola, cercano di rispondere a queste domande attraverso un viaggio educativo tra comicità  e poesia,  che parte dalla differenziazione dei rifiuti,  prosegue attraverso il riciclo, tocca il problema delle risorse idriche ed energetiche, per approdare al  senso più profondo della parola "ecosostenibilità" con una risposta chiara ed efficace.

Eccovi il trailer!

Ecoché è già stato scelto, tra gli altri, dall’A.s.v.o. di Venezia per le scuole primarie e secondarie, dalla Comunità Montana del Friuli occidentale e dal Consorzio del bacino di Verona 2.

Per info: Achab Group srl - tel. 014.5845003014.5845003

Continua a leggere
3368

Con la conferenza stampa di presentazione comincia la campagna di comunicazione

Questa mattina conferenza stampa di presentazione della campagna di attivazione della raccolta differenziata porta a porta in Crocetta,  presso il Centro Polivalente della Circoscrizione 1 di Torino. Alla presenza dell'Assessore all'Ambiente della Provincia di Torino Roberto Ronco e dell'Assessore all'Ambiente della Città di Torino Enzo Lavolta, il Presidente della Circorscrizione 1 Massimo Guerrini ed i vertici di Amiat, ovvero l'Amministratore delegato Roberto Paterlini ed il Presidente Maurizio Magnabosco, è stata presentata l'attivazione del servizio di raccolta porta a porta nel quartiere della Crocetta.

La campagna di comunicazione, svolta da Amiat in sinergia con Achab Group, interesserà 35.000 residenti circa, suddivisi in 18.800 famiglie, 2.000 uffici, 1.100 utenze non domestiche oltre che l'intera struttura del Politecnico di Torino che da solo conta più di 30.000 utenti fra studenti e personale.

A seguito della comunicazione ufficiale distribuita in questi giorni a tutte le utenze, da fine gennaio operatori autorizzati e muniti di tessera di riconoscimento consegneranno casa per casa lo starter kit della raccolta differenziata porta a porta composto da biopattumiera e sacchi per la raccolta dell’organico, sacchi per gli imballaggi in plastica, calendario dei passaggi settimanali e pieghevole informativo.

I cittadini non trovati presso la propria abitazione potranno ritirare il kit durante tutte le giornate di giovedì e sabato dei mesi di marzo e aprile presso un punto info-distributivo situato al Centro Polivalente della Circoscrizione I, in via Dego 6. A fine maggio infine, è previsto un altro appuntamento presso la Parrocchia San Giorgio Martire di via Spallanzani.

Tutti gli aggiornamenti live sulle pagine ufficiali Facebook e Twitter (@Ricicrocetta).

 b2ap3_thumbnail_Conf_Amiat_2.jpgb2ap3_thumbnail_intervista_Enzo_Lavolta.jpgb2ap3_thumbnail_Conferenza_Amiat_3.jpg

 

Continua a leggere
3198

Chivasso, Rondissone e Verolengo promuovono l'uso di pannolini lavabili

Manifesto chivasso pannolini 01Con la campagna “Cotone o plastica per il tuo bambino?” i Comuni piemontesi di Chivasso, Rondissone e di Verolengo, hanno aderito al progetto promosso dalla Provincia di Torino, per la promozione all’utilizzo di pannolini riutilizzabili per i bambini.
Un’iniziativa che riguarda gli stili di vita, che coinvolge in maniera diretta i nuovi nati, ma che vuole incidere anche sulla qualità della vita attuale e futura di tutti noi. La campagna di comunicazione che ha promosso il progetto, realizzata in collaborazione con Achab Group, ha coinvolto direttamente i nuovi nati dell’anno 2013 con l’invio a tutti i neo-genitori di una lettera e di un pieghevole informativo per invitarli anche a due pomeriggi di approfondimenti sull’alimentazione dei più piccoli e sulle corrette posture da adottare per “portare i bimbi”.

I vantaggi per il bambino da un punto di vista medico-sanitario sono rilevanti: infatti, con i pannolini lavabili, la pelle del bambino è a contatto con tessuti naturali e traspiranti, a differenza dei tradizionali “usa e getta” composti da sostanze plastiche. I vantaggi per l’ambiente sono inoltre di assoluto rilievo in quanto, nei primi 2-3 anni di vita, utilizzando i pannolini “usa e getta”, si produce una quantità enorme di rifiuti: circa una tonnellata per ogni bambino. Con i pannolini lavabili, invece, nulla diventerà rifiuto. I vantaggi per il bilancio familiare, infine, sono evidenti. Nel corso dei primi 2-3 anni per i bambini vengono acquistati circa 5.000 pannolini “usa e getta” pari ad un costo di circa 1.500 euro. Mentre, per i pannolini lavabili, la spesa risulterebbe tra i 250 ai 400 euro.

 

La Provincia di Torino, ormai da anni, si fa promotrice dell’utilizzo dei pannolini lavabili attraverso la realizzazione di specifiche convenzioni con le maggiori case produttrici e l’erogazione di buoni sconto che saranno validi fino al 31/01/2014 per le famiglie che ne vogliano fare uso.
I buoni sono utilizzabili presso tutti i punti vendita provinciali convenzionati, nel caso dei tre Comuni coinvolti: VIVOSOLIDALE in Via dell’Asilo 4 a Chivasso.

 

Continua a leggere
4932

Editoriale di Paolo Silingardi Presidente Achab Group.

Da Rifiutinforma a NoteS, le ragioni di un cambiamento e i contenuti della nuova newsletter di Achab Group sulla sostenibilità.


Ci occupiamo di sostenibilità dal 1999, quando primi in Italia, decidemmo di fare della nostra agenzia una società dedicata solo alla comunicazione ambientale. Una scelta che ci ha permesso in questi 15 anni di maturare, insieme a tanti partner e clienti, una concreta esperienza in tutti i settori della sostenibilità e una presenza, con la rete Achab Group, in tutto il territorio nazionale. Per anni abbiamo curato la newsletter Rifiutinforma, dedicata ai rifiuti, uno dei settori in cui siamo più attivi, parlando di riduzione, compostaggio, start up dei sistemi porta a porta. Oggi abbiamo deciso di cambiare, di trasformare Rifiutinforma in NoteS, un notiziario sulla sostenibilità in cui affrontare a 360 gradi i temi di cui ci occupiamo, quindi non solo rifiuti ma anche energia, mobilità, acqua, partecipazione, sostenibilità.
Non cambia solo la newsletter, ma anche il nostro nuovo sito, che si arricchirà con spazi tematici dedicati ai progetti più significativi. Già oggi sono on line Compostkmzero sul compostaggio collettivo, Efficentri, sulla gestione efficiente delle isole ecologiche, Riapp, l’app sulle raccolte differenziate, Capitan Eco, il Pirata amico dell’ambiente, Ecopunti, per premiare i comportamenti positivi e sostenere il commercio locale, il nostro Green Book sulla sostenibilità ambientale, dove potete vedere alcune delle nostre campagne di comunicazione.
Ovviamente parliamo di noi, dei nostri progetti, ma anche di voi, di ambiente e sostenibilità, con l’impegno di presentare sempre e solo esperienze concrete, buone pratiche, azioni realizzate e testate sul campo, nel solco di una concretezza che ci ha fatto crescere in questi anni, creando occupazione e lavoro, collaborando più come partner che come semplici fornitori con tante aziende, amministrazioni, comunità. Sono più di 800 i progetti presenti nel sito, potrete navigarli tramite uno specifico motore di ricerca, e li aggiorneremo mese per mese.
Speriamo che, come con Rifiutinforma, in tanti ci seguirete in questo progetto. Siamo anche disponibili a divulgare le vostre buone pratiche, con l’obiettivo di diffondere e sostenere un processo collettivo di crescita della qualità ambientale nel nostro paese. Se avete quindi notizie, osservazioni o suggerimenti potete contattare la nostra redazione all’indirizzo notes@achabgroup.it

Buona lettura, con la speranza di essere interessanti e sostenibili.

Continua a leggere
3594

Aosta capitale ambienteAosta capitale dell’ambiente

 

Educare i ragazzi ad essere i cittadini di domani ed accompagnare gli adulti di oggi a mantenere costante l’attenzione per l’ambiente in cui viviamo, valorizzando il legame intergenerazionale e rafforzando la cultura della sostenibilità. Con questa convinzione si è attivata la sinergia che per i prossimi sei anni vedrà la collaborazione fra la Città di Aosta, Quendoz srl, l’azienda titolare del servizio raccolta rifiuti, e Achab Group.
In tema rifiuti, la qualità della raccolta differenziata è il primo e fondamentale passo per garantire ai materiali un corretto percorso di recupero, pertanto è stata avviata la prima campagna di sensibilizzazione che nel corso dei prossimi mesi porterà operatori autorizzati e formati a controllare le raccolte differenziate della Città di Aosta, con l’obiettivo di evidenziare ai cittadini quali sono gli errori più frequenti.
Questa azione di verifica nasce per migliorare le performance di raccolta differenziata, con la creazione di nuove occasioni di dialogo diretto con i cittadini ed è contemporanea all’avvio  di interventi didattici dedicati ai ragazzi delle scuole per approfondire il tema della raccolta differenziata e della gestione dei RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) di cui produciamo quantitativi sempre più ingenti. Tutte le direzioni didattiche della Città hanno aderito all'iniziativa e sono millequattrocento i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado che, insieme ai loro insegnanti, partecipano attivamente agli interventi costruiti e portati direttamente nelle classi in queste settimane.
L’obiettivo del percorso già avviato nelle scorse settimane è far diventare Aosta nei prossimi anni una vera “capitale dell’ambiente” incentivando in senso positivo tutti i cittadini ad incrementare il proprio impegno a favore della sostenibilità in diversi ambiti: la gestione dei rifiuti, la mobilità sostenibile, la riduzione delle emissioni di anidride carbonica, l’attenzione per l’acquisto d prodotti derivanti da materie prime seconde e molto altro ancora.

 
Continua a leggere