Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi
Iscriviti a questa lista tramite RSS Post sul blog taggati in Eco-acquisti
3773

spineaSostenere il commercio locale e permettere ai cittadini di risparmiare sulla spesa premiando i loro comportamenti virtuosi? A Spinea (VE) con Ecopunti si può!

Infatti, a partire ormai da Aprile, per tutti i 28 mila residenti del Comune in Provincia di Venezia, grazie al progetto Ecopunti, è possibile risparmiare sulla spesa utilizzando degli sconti cartacei del valore di 1€ guadagnati con i loro comportamenti sostenibili. Gli sconti possono poi essere utilizzati presso tutti i negozi aderenti all’iniziativa, ben 60 e di vario genere.

Nell’ambito del progetto di riqualificazione della “Piazza Lunga un Kilometro”, il Comune di Spinea si è fatto quindi promotore di Ecopunti, la piattaforma innovativa che rende concreti i concetti della Smart City integrando comunicazione, tecnologie, percorsi di sostenibilità e appartenenza al tessuto sociale Comunale.
Molti i partner che, a vario titolo, sostengono e supportano il progetto come Confesercenti, Veritas, Associazione Artigiani, Pro Loco Spinea, Circolo1554, CNA Venezia, Coldiretti Venezia, Associazione Amici del Graspo de Ua, Associazione CAD.

Ma come si ottengono gli Ecosconti? Semplicissimo: basta conferire i rifiuti riciclabili all’Ecocentro o all’Ecomobile, oppure essere iscritti ad una delle numerose Associazioni di volontariato riconosciute dal Comune, o partecipare al Pedibus, o usare le Casette dell’Acqua o praticare il compostaggio domestico o, ancora, frequentare la biblioteca comunale. Sono previsti anche dei punti bonus al primo accesso all’Ecocentro o all’Ecomobile e alla registrazione al sito spinea.ecopunti.it.

I punti così ottenuti vengono poi trasformati in Ecosconti cartacei da un operatore all’Ecocentro o all’Ecomobile o possono essere stampati in Municipio semplicemente portando con sè la propria tessera sanitaria. Per chi ha più dimestichezza con il mondo dell’informatica, la stampa degli Ecosconti può essere realizzata a casa direttamente sulla propria stampante.

Ecopunti nel Comune di Spinea si rivela un’iniziativa che coniuga felicemente i comportamenti sostenibili dei cittadini in ambito ambientale e sociale con il supporto alle realtà commerciali del territorio, attivando una filiera virtuosa destinata ad esclusivo vantaggio del tessuto locale!

Continua a leggere
3381

geogeo sitoAG

 

Nella puntata di Geo in onda su RAI 3 domani Venerdì 19 dicembre alle 15.55 si parlerà di Ecopunti.
Paolo Silingardi, presidente di Achab Group, racconterà le esperienze attive sul territorio e le prospettive di sviluppo del progetto che mette in circolo valori condivisi: premia i comportamenti virtuosi e sostiene il commercio locale.

Save the date!

Continua a leggere
3507

ecopunti 2Meglio ti comporti, più ti premio. E' questo, in sintesi, lo scopo di Ecopunti, sistema non convenzionale ideato da Achab Group che ruota intorno alla stimolazione dei comportamenti virtuosi dei cittadini.
Il progetto, presentato ad Ecomondo, punta alla diffusione di buone pratiche come la raccolta differenziata, il compostaggio domestico o l'utilizzo di trasporto pubblico attraverso un riconoscimento economico al cittadino.
A seconda dell'azione intrapresa, infatti, il sistema traccia i comportamenti virtuosi e assegna degli “ecopunti” che vengono caricati sul codice fiscale del cittadino virtuoso. Ogni 200 ecopunti accumulati, il sistema genera un ecosconto del valore di 3 euro da spendere nelle attività commerciali locali che aderiscono al progetto.

Ecopunti è già attivo in Veneto e nelle Marche, dove è stato adottato dalle amministrazioni locali come strumento per stimolare nei cittadini un'attenzione sempre maggiore alla difesa dell'ambiente.
L'Azienda Servizi Veneto Orientale ha avviato il progetto a Luglio 2014 in undici comuni della provincia di Venezia, con circa 95.000 abitanti coinvolti. Qui 8.570 cittadini hanno accumulato un totale di 4.135.600 punti.
Dal 2013, Ecopunti è invece attivo nel comune di Ascoli Piceno, dove circa 50.000 abitanti sono coinvolti nel circolo virtuoso. Le persone che hanno tracciato i loro comportamenti virtuosi sono 4.306, accumulando un totale di 2.920.481 ecopunti.

Tracciare le azioni sostenibili per maturare sconti nel sistema Ecopunti è possibile grazie ad un dispositivo tecnologicamente avanzato: EcoPos.
Realizzato con Rasperry Pi B+, si collega ad internet con porte wifi e bluetooth, si connette ad un lettore di codici a barre senza filo e carica sul codice fiscale del cittadino i punti maturati grazie alle azioni svolte, come il conferimento di rifiuti speciali nell'ecocentro o l'uso di un'automobile ibrida. Gli esercenti, invece, con EcoPos possono leggere direttamente il codice fiscale del cliente, riconoscerlo come utente iscritto al circuito, scaricare i punti dalla banca dati del sistema e concedere al cliente lo sconto previsto.

In un momento di crisi economica Ecopunti è un progetto ambientale che ha come obiettivo, oltre alla stimolazione dei comportamenti virtuosi dei cittadini, quello di sostenere l'economia locale” ha sottolineato Paolo Silingardi, presidente Achab Group.

Continua a leggere
3868

Con la campagna Ecopunti si guadagnano sconti e promozioni da spendere nei negozi della città

ecobuono

 

Il progetto nasce per promuovere i comportamenti positivi dei cittadini nei confronti dell’ambiente, permettendo al contempo di risparmiare sulla spesa e di sostenere i piccoli negozi che aderiscono alla rete Ecopunti. Pioniere del progetto è la città di Ascoli Piceno che ha attivato la campagna fra i suoi cittadini e negozianti.

Partecipare è molto semplice e guadagnare punti ancor di più. Ad Ascoli Piceno, ad esempio, conferire i rifiuti ingombranti o riciclabili presso l’isola ecologica consente di guadagnare ecopunti, poi convertiti in buoni che danno diritto a sconti e promozioni nei negozi affiliati al circuito. Nei mesi di attivazione del progetto si è evidenziata una costante crescita di rifiuti conferiti all’isola ecologica sia in termini di peso che in termini di pezzi.

Ciascun Comune può però scegliere di premiare i comportamenti che preferisce: il compostaggio domestico, gli interventi di efficienza energetica, l’utilizzo del trasporto pubblico, l’utilizzo del bike sharing, la partecipazione ad attività di volontariato ecc.. Se il Comune ha aderito, i cittadini fanno già parte della comunità Ecopunti e possono verificare il loro saldo punti direttamente sul sito www.ecopunti.it
I negozi, invece, possono affiliarsi iscrivendosi sul sito econegozi.it,  esponendo la vetrofania e accettando gli Ecobuoni.

Il progetto Ecopunti è partito nel giugno 2013 ad Ascoli Piceno e per ora si può partecipare al progetto solo se il Comune ha aderito al circuito Ecopunti. Presto altre amministrazioni si aggiungeranno, stay tuned!

Continua a leggere
3061

Tutte le scuole della Regione coinvolte in un bando per opere creative

 

format GPP scuoleNell’ambito del Progetto di promozione degli ecosportelli provinciali GPP e degli acquisti pubblici verdi promosso dalle otto Province della Sardegna, in collaborazione con Achab Group, è stato lanciato per l’anno scolastico 2013/2014 il concorso di arte creativa sul tema “comprare verde”. Il bando prevede l’invio da parte delle classi di un elaborato creativo in una delle tre categorie proposte: manifesto, plastico o articolo di giornale.
Il tema degli acquisti pubblici verdi è importante veicolo per la promozione di una cultura della sostenibilità a tutto tondo: fare la spesa scegliendo prodotti biologici, con marchi o etichette ecologiche, a filiera corta, sfusi o con imballaggi ridotti e riciclati/riciclabili e molte altre azioni quotidiane.
Il concorso ha perciò l’obiettivo di far esprimere attraverso la creatività dei ragazzi le loro riflessioni su questi temi per diffondere ed alimentare la cultura della sostenibilità attraverso la condivisione di valori, conoscenze e stili di vita orientati al rispetto del bene comune e delle risorse naturali del pianeta. Le opere dovranno interpretare il tema “comprare verde” traendo spunto dalle buone pratiche quotidiane di consumo consapevole alla portata di tutti e dovranno avere un chiaro messaggio per l’osservatore/lettore.

 
L’invio delle opere deve essere perfezionato entro le ore 12:00 del 17 febbraio 2014 secondo le modalità dettagliato nel bando scaricabile all’indirizzo http://ecosportellisardegna.it/it/concorsoscuole

Continua a leggere
3649

Intermodalità e Riduzione Impatti nel Comune di Carbonia

MOVIRI format La città di Carbonia invita alla sostenibilità i suoi cittadini con parole dal dialetto sardo: MOVIRÌ! L’acronimo si riferisce a Mobilità Verde, Intermodalità e Riduzione Impatti grazie ad un finanziamento della Regione Autonoma della Sardegna - Assessorato Regionale della Difesa dell'Ambiente, attraverso il POR-FESR 2007-2013.

Sono molte le scelte che tutti cittadini ed istituzioni possono compiere sulla mobilità e sulla riduzione degli impatti ambientali nei nostri comportamenti quotidiani. Il progetto MOVIRÌ  ha sviluppato tre diversi livelli tematici di intervento:
- Acquisti Verdi: per l'implementazione dei processi interni al Comune, nell'ottica del Green Public Procurement, è stato infatti modificato il Regolamento Comunale degli acquisti in economia con l’introduzione di criteri di scelta che possano portare dei benefici di tipo ambientale ed economico;
- Chilometri Verdi: per la promozione dell'offerta di mobilità pubblica e di mobilità intelligente a servizio dei cittadini sono state organizzate serate informative e risciò personalizzati itineranti. Anche i ragazzi delle scuole hanno partecipato a questa azione con un concorso che li invita a contare i chilometri percorsi per recarsi a scuola ed ha premiato coloro che compiono più chilometri verdi;
- Carrelli Verdi: per la promozione di acquisti consapevoli con prodotti a KM 0 e con imballaggi ridotti, sono state coinvolte le attività commerciali e i supermercati.
Più di quaranta esercenti al dettaglio hanno aderito al progetto offrendo un piccolo sconto o un'agevolazione a coloro che si recano a far spesa in bicicletta con il bike sharing oppure con i mezzi pubblici. Presso i principali supermercati i cittadini sono stati invogliati a fare un eco-check up della loro spesa, per riflettere insieme su come fare una spesa realmente consapevole.

La giornata conclusiva ha portato in giro per la città tutti i ragazzi delle scuole coinvolte con una manifestazione di piazza per tutta la cittadinanza, uno spettacolo di eco-teatro e una grande biciclettata di chiusura.

Continua a leggere