Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi
Iscriviti a questa lista tramite RSS Post sul blog taggati in Ecocentri
1641

walserpremiazioneecocentri

Si è svolta a Issime (AO) venerdì 26 maggio la premiazione del concorso "Chi ricicla all'ecocentro... vince!", indetto dalla Unité des Communes valdotaines Walser in collaborazione con Quendoz srl.

Ebbene è stato il signor Paolo Consol (proprio di Issime) ad ottenere il maggior punteggio in circa 6 mesi di conferimenti nei due centri di raccolta intercomunali della Unité des Communes, battendo la concorrenza di altri utenti di Gressoney-Saint-Jean, Gressoney-La-Trinité e Gaby. A ritirare il premio con la gradita presenza dell'Assessore Regionale alle attività produttive, energia, politiche del lavoro e ambiente Fabrizio Roscio, del Presidente della Unité des Communes valdotaines Walser Alessandro Girod e dei rappresentanti della ditta Quendoz srl ci ha pensato però sua moglie!

Il regolamento era chiaro: conferimenti di metalli, legno, RAEE, batterie e oli vegetali caricavano letteralmente sopra l'utenza TARSU (attraverso i codici fiscali ad essa associati) un certo numero di punti a seconda di quantità e rifiuto conferito.

"Iniziative come queste" commenta il Presidente dell'Unitè des Communes Valdotaines Walser, Alessandro Girod "servono ad incentivare l'utilizzo dei nostri due centri di raccolta a cui tutte le utenze domestiche di ciascuno dei 4 comuni possono accedere e di rendere tutti più consapevoli rispetto ad una corretta separazione di rifiuti che non possiamo e non vogliamo più trovare nei cassonetti delle usuali raccolte differenziate, o nelle casette dedicate alle isole ecologiche. Ringraziamo i cittadini per il loro impegno e chiediamo loro di continuare a venire presso gli ecocentri anche adesso che il concorso è finito, soprattutto ora che stiamo avviando l'attivazione di un sistema di raccolta a sacchi per una tassazione più puntuale".

Continua a leggere
2624
walser ecocentri
 
C’è tempo fino al 29 aprile 2017 per i cittadini della Unité des Communes valdotaines Walser (siamo in Valle d’Aosta, nei comuni di Issime, Gaby, Gressoney-La-Trinitè e Gressoney-Saint-Jean) per vincere un meraviglioso tablet-mini, semplicemente utilizzando i due ecocentri intercomunali sul territorio!
 
In collaborazione con Quendoz S.r.l., infatti, l’Unitè des Communes ha lanciato una vera e propria competizione a punti per incentivare l’utilizzo delle due strutture e “salvare dai cassonetti” molte tipologie di rifiuti troppo spesso non differenziate correttamente, come metalli, legno, oli vegetali da cucina e RAEE.
Il conferimento di questi rifiuti sarà dunque diretto ad accumulare dei punti sul codice fiscale dell’utenza intestataria della tassa (ricordiamo che l’accesso ai due ecocentri intercomunali di Issime e Gressoney-Saint-Jean avviene con tessera sanitaria o codice fiscale proprio dell’utenza iscritta a ruolo) e, il 29 aprile 2017 l’utenza più virtuosa verrà premiata con il tablet.
 
Così il Presidente dell’Unitè des Communes Valdotaines Walser, Alessandro Girod, sull’iniziativa: “Grazie a questo concorso cerchiamo di appassionare ulteriormente i nostri cittadini al tema rifiuti e alla salvaguardia del territorio in generale, puntando all’utilizzo dei nostri due ecocentri intercomunali come elemento di miglioramento della raccolta differenziata. Non vediamo l’ora di premiare il vincitore con l’obiettivo di far abituare gli utenti a differenziare altre tipologie di rifiuti, come ad esempio ingombranti, oli, legno e apparecchiature elettriche ed elettroniche, in modo corretto”.
Continua a leggere
3258
evancon ecocentro volantinoNella Unité des Communes valdôtaines Evançon (siamo in Valle d’Aosta) ovunque si viva c’è un ecocentro vicino!
Il maggior numero di centri di raccolta introdotto sul territorio permetterà ai cittadini dell’intera Unione di limitare i casi di abbandono indiscriminato accanto ai cassonetti, conferire più comodamente i rifiuti nel centro a loro più vicina e migliorare le performance di raccolta differenziata. In questo modo si permetterà il riciclo e la messa in sicurezza dei rifiuti che devono essere conferiti proprio ai centri di raccolta (apparecchiature elettriche ed elettroniche, ingombranti, batterie per auto, legno, ecc.).
 
Ormai da qualche mese, nello specifico, è attiva per tutti i cittadini della Unité des Communes la nuova piattaforma di Challand-Saint-Anselme, in frazione Tilly che va ad aggiungersi alle 4 già presenti nel territorio: Ayas, Brusson, Mont Jovet e Verrés, quest’ultima recentemente ampliata al fine di venire incontro alle maggiori esigenze di smaltimento di alcuni rifiuti. 
 
L’evento inaugurale, alla presenza del Sindaco di Challand-Saint-Anselme Piero Dufour, del Presidente della Unité des Communes valdôtaines Evançon Delchoz Battistino, e di Quendoz S.r.l., ha segnato l’effettiva entrata in funzione del centro di raccolta, con il classico taglio del nastro.
Un evento arricchito dalla gradita partecipazione dei bambini delle scuole primarie e dell’infanzia di Challand-Saint-Anselme e di Challand-Saint-Victor, allietati dalla visita di Capitan Eco, il pirata riciclone di Achab Group.
 
La mascotte dell’iniziativa, ha coinvolto i bambini trasportandoli nell’avventura di “Capitan Eco e il Riciclaton” e assegnando loro una missione. Infatti, per incentivare i più piccoli ad agire concretamente, Capitan Eco ha personalmente consegnato a ciascuno dei bambini presenti un album di figurine ed un volantino con il regolamento: fino al 18 settembre il conferimento dei rifiuti al nuovo ecocentro dava diritto a ricevere uno o più pacchetti di figurine, per poter completare l’album e leggere la fantastica storia del Riciclatron, la macchina che ricicla i rifiuti.
 
Sotto, il servizio di TGR Valle d'Aosta sull’inaugurazione di Challand-Saint-Anselme
 
Continua a leggere
3776

spineaSostenere il commercio locale e permettere ai cittadini di risparmiare sulla spesa premiando i loro comportamenti virtuosi? A Spinea (VE) con Ecopunti si può!

Infatti, a partire ormai da Aprile, per tutti i 28 mila residenti del Comune in Provincia di Venezia, grazie al progetto Ecopunti, è possibile risparmiare sulla spesa utilizzando degli sconti cartacei del valore di 1€ guadagnati con i loro comportamenti sostenibili. Gli sconti possono poi essere utilizzati presso tutti i negozi aderenti all’iniziativa, ben 60 e di vario genere.

Nell’ambito del progetto di riqualificazione della “Piazza Lunga un Kilometro”, il Comune di Spinea si è fatto quindi promotore di Ecopunti, la piattaforma innovativa che rende concreti i concetti della Smart City integrando comunicazione, tecnologie, percorsi di sostenibilità e appartenenza al tessuto sociale Comunale.
Molti i partner che, a vario titolo, sostengono e supportano il progetto come Confesercenti, Veritas, Associazione Artigiani, Pro Loco Spinea, Circolo1554, CNA Venezia, Coldiretti Venezia, Associazione Amici del Graspo de Ua, Associazione CAD.

Ma come si ottengono gli Ecosconti? Semplicissimo: basta conferire i rifiuti riciclabili all’Ecocentro o all’Ecomobile, oppure essere iscritti ad una delle numerose Associazioni di volontariato riconosciute dal Comune, o partecipare al Pedibus, o usare le Casette dell’Acqua o praticare il compostaggio domestico o, ancora, frequentare la biblioteca comunale. Sono previsti anche dei punti bonus al primo accesso all’Ecocentro o all’Ecomobile e alla registrazione al sito spinea.ecopunti.it.

I punti così ottenuti vengono poi trasformati in Ecosconti cartacei da un operatore all’Ecocentro o all’Ecomobile o possono essere stampati in Municipio semplicemente portando con sè la propria tessera sanitaria. Per chi ha più dimestichezza con il mondo dell’informatica, la stampa degli Ecosconti può essere realizzata a casa direttamente sulla propria stampante.

Ecopunti nel Comune di Spinea si rivela un’iniziativa che coniuga felicemente i comportamenti sostenibili dei cittadini in ambito ambientale e sociale con il supporto alle realtà commerciali del territorio, attivando una filiera virtuosa destinata ad esclusivo vantaggio del tessuto locale!

Continua a leggere
2770

Due nuovi terminali di pesatura automatica per centri di raccolta e RiApp per 82 Comuni

ecodiade-300x293Comincia con importanti novità il 2014 di SEAB: sono state attivate nei giorni scorsi due innovazioni tecnologiche in chiave 2.0 sviluppate insieme ad Achab Group, nel solco di una partnership di comprovato successo sul territorio biellese. Per i cittadini sarà, infatti, più semplice fare la raccolta differenziata, grazie a RIApp, e conferire i rifiuti presso i centri di raccolta con sistema self-service informatizzato.

Nei due centri di conferimento di Biella e Cossato, i cui accessi totali nel 2013 di circa 30.000 utenti, sono stati attivati due terminali informatici che li hanno trasformati in veri “EffiCentri”, attraverso sistemi di pesatura, terminali di accesso e software gestionali di cui Achab Group è rivenditore e che sono prodotti dalla Soc.Coop. Bilanciai, azienda certificata ISO 9001 presente capillarmente su tutto il territorio nazionale.
Il meccanismo è molto semplice: si utilizza il proprio badge di accesso al centro per l'identificazione oppure, se si sono già lasciati i propri dati al centro di raccolta, anche con la tessera sanitaria, si seleziona il tipo di rifiuto da conferire, si posiziona tutto sulla pesa e si ritira lo scontrino con i dati. L’informatizzazione dell’Ecocentro, oltre a snellire le procedure di accesso rendendo autonomi gli utenti, permette di tenere traccia dei conferimenti e gestire al meglio il centro stesso, memorizzando i dati per ogni cittadino e rilasciando uno scontrino con i dati di conferimento dei singoli utenti. Questo sistema è poi naturalmente collegabile ad un meccanismo di accumulo punti o sconti presso rivenditori aderenti ad un circuito virtuoso, opzione a cui Seab sta lavorando sul suo contesto territoriale e già sperimentata con successo ad Ascoli con la campagna Ecopunti.

RIapp

Le novità, però, non finiscono qui. E’ infatti disponibile, gratuitamente per tutti i cittadini degli 82 Comuni della Provincia di Biella, RiApp l’applicazione sui rifiuti sviluppata da Achab Group, con informazioni personalizzate per ciascun Comune relative al Dizionario dei Rifiuti (con indicazione corretto contenitore di conferimento per i Comuni gestiti direttamente da SEAB); a tutti i centri di conferimento del territorio con orari, modalità di accesso, localizzazione su Google Maps e molto altro ancora.

Continua a leggere