Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi
Iscriviti a questa lista tramite RSS Post sul blog taggati in Emilia Romagna
397

big hanna fiorano

Il Comune di Fiorano Modenese nell'ambito di un bando di finanziamento, ha richiesto e ottenuto un contributo da Atersir, l'Agenzia Territoriale dell'Emilia-Romagna per i servizi idrici e i rifiuti, posizionandosi al 16° posto su 41 progetti presentati, per la realizzazione del progetto 'Compost a km zero', all'interno di una serie di iniziative comunali per il contrasto agli sprechi e la riduzione dei rifiuti.
Il progetto fioranese ha portato all'acquisto di una compostiera elettromeccanica di comunità BIG HANNA accompagnata da una piccola campagna di comunicazione destinata agli alunni delle scuole locali e alle loro famiglie.
La compostiera è stata installata presso la scuola primaria Luisa Guidotti di Crociale, per trattare gli scarti di preparazione e consumo dei pasti degli alunni e dei ragazzi che frequentano i centri estivi comunali, con l'obiettivo di far conoscere ed incentivare la buona pratica del compostaggio domestico e la sensibilizzazione alla riduzione degli sprechi alimentari in particolare e dei rifiuti in generale.
Durante il taglio del nastro alla presenza delle autorità comunali, scolastiche e di un rappresentante di Atersir, gli operatori della Cir hanno effettuato il primo carico di scarti alimentari, mentre ai 300 alunni coinvolti nel progetto sono stati distribuiti cofanetti personalizzati contenenti un piccolo campione di compost e bulbi di fiori stagionali da piantare oltre ad un pieghevole informativo illustrato sui vantaggi del compostaggio ed il funzionamento della compostiera.

Il progetto stima una riduzione potenziale di 4-5 tonnellate di rifiuti all'anno. La compostiera installata è in grado di trattare 75 a 100 kg /settimanali, pari a circa 10-15 kg al giorno di resti alimentari prodotti dalla mensa scolastica oltre a significative percentuali di materiale organico originato dalla manutenzione del verde presente nel parco scolastico. La riduzione stimata è dell'80% circa in volume e peso.

"L'obiettivo del progetto – spiega l'assessore all'ambiente Riccardo Amici, è sensibilizzare il corpo docenti, gli alunni, i ragazzi e le loro famiglie ed i bidelli del plesso scolastico presso cui verrà posizionata la compostiera elettromeccanica, a conoscere il processo biologico di degradazione dei rifiuti organici e a servirsi della compostiera tutti i giorni. Si ritiene in questo modo di informare e formare, attraverso eventi, momenti dedicati e pannelli descrittivi, anche le famiglie gravitanti attorno alla scuola, sull'opportunità di effettuare il compostaggio domestico, favorendo comportamenti virtuosi di riduzione degli sprechi alimentari e riducendo il volume di rifiuti conferiti al servizio di raccolta urbano, privilegiando la produzione di compost di qualità da riutilizzarsi in loco".

Con l'installazione di Fiorano Modenese salgono a 59 le macchine Big Hanna consegnate in tutta Italia con ben 35 già attive a pieno regime!

b2ap3_thumbnail__DSC0550.jpgb2ap3_thumbnail__DSC0551.jpgb2ap3_thumbnail__DSC0554.jpgb2ap3_thumbnail_IMG_3511.jpgb2ap3_thumbnail_IMG_3541.jpgb2ap3_thumbnail_IMG_3542.jpgb2ap3_thumbnail_Img-locandina.jpg

Continua a leggere
339

copertina-aerpae

I dati sui rifiuti, nazionali, regionali, provinciali o comunali che siano catturano sempre l'attenzione degli addetti ai lavori, ma anche dei singoli cittadini desiderosi di approfondire il tema, magari pressati da campagne di informazione puntuali che li "costringono" a differenziare con cura e qualità i loro rifiuti.

Per dati importanti ci vuole però un vestito importante, ed è il caso del report 2018 di Arpae, l'Agenzia Prevenzione Ambiente Energia della Regione Emilia-Romagna, quest'anno graficato da Achab Group e che illustra il panorama completo della gestione dei rifiuti in regione.

Uno stile sobrio ma impattante, con una copertina accattivante e con un layout appositamente ideato come contenitore di informazioni e numeri in modo da rendere agevole, leggera e immediata la lettura di tutti i dati regionali riguardanti i rifiuti urbani (anno 2017) e quelli speciali (anno 2016).

Che aggiungere allora? Buona lettura!

Continua a leggere
2535

ecoquizIren

Premiazioni e applausi il 4 giugno scorso alla Rocca di Montecchio, per i vincitori del concorso "EcoQuiz in missione per il pianeta", che ha visto per un mese gli studenti dell’Istituto D’Arzo sfidarsi nell'avvincente gioco a quiz sui temi della sostenibilità.

L’iniziativa è stata promossa da Iren insieme al Comune di Montecchio Emilia per sensibilizzare i più giovani sui rifiuti, energia, mobilità ed ecosostenibilità attraverso uno strumento diverso dal solito: un gioco a quiz sottoforma di app per smartphone agile e avvincente, che contiene più di 1000 domande a scelta multipla

EcoQuiz, ideato da Achabgroup, è quindi uno strumento molto vicino alla loro realtà quotidiana che, in qualche modo, si contrappone agli strumenti più tradizionali utilizzati a scuola, per parlare di ambiente e anche di rifiuti con una modalità nuova, il gioco a punteggio. 

Chi fa più punti e nel minor tempo possibile vince. La sfida ha interessato gli studenti dell’Istituto Superiore “D’Arzo” (sede di Montecchio Emilia e di Sant’Ilario) e i risultati testimoniano l’interesse dimostrato dai ragazzi. Hanno partecipato complessivamente 52 classi ed individualmente 261 alunni, totalizzando oltre 21 milioni di punti in 18.733 partite giocate. Significativo anche il dato delle sfide che i ragazzi si sono lanciati fra loro: 692 sfide con 143 giocatori che hanno lanciato almeno una sfida.

Primo classificato tra i ragazzi Luca Gulisano 3DI, che vince un tablet, seguito da Marco Frignani 3AI e da Enrico Brizzi 3AI, vincitori entrambi di uno smartphone. Prima classificata come classe la 3DI che vince un buono di 600 euro per l’acquisto di materiale didattico.

Continua a leggere
2690

pannolinilavabiliA San Giovanni Persiceto, comune di 28 mila abitanti in Provincia di Bologna, a metà strada tra il capoluogo regionale e Modena, l'Amministrazione Comunale ha deciso di applicare una "misura ambientale incentivante" davvero innovativa modificando il Regolamento Comunale: chi utilizzerà i pannolini lavabili (e lo dimostrerà) otterrà uno sconto del 25% sulla TARI! Quindi, oltre ai macro-vantaggi di stampo ambientale ed economico che l'utilizzo di tali pannolini rispetto a quelli "usa e getta" porta con sè, ecco che arriva un'agevolazione fiscale locale vera e propria per un Comune che sfiora già l'80% di raccolta differenziata.

Accedere allo sconto, per i nuclei familiari di San Giovanni Persiceto è semplice: basta presentare specifica domanda alla società Geovest e dimostrare, attraverso scontrini, fatture o altri documenti il possesso (o noleggio e lavaggio esterno) di almeno 16 pannolini lavabili. L'applicazione decorrerà dal mese successivo alla domanda e per il 2015 sarà computabile fino al 30 settembre. Per gli anni successivi la domanda dovrà essere presentata entro il 28 Febbraio. Ovviamente il meccanismo di riduzione decade al compimento, da parte del bambino, del terzo anno di età.

Leggi il comunicato stampa del Comune

 

 

Continua a leggere