Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi
Iscriviti a questa lista tramite RSS Post sul blog taggati in Valle d'Aosta
2231
quendoz organico16
 
Solo qualche tempo fa riportavamo il fatto che in Valle d’Aosta non si sta mai fermi con i rifiuti. Ed è il caso anche di questa stagione estiva, nella quale sono in preparazione e/o realizzazione importanti cambiamenti in altre porzioni del territorio regionale, grazie alle iniziative promosse per l’introduzione della raccolta del rifiuto organico dagli enti locali e gestite da Quendoz srl.
 
Ma andiamo con ordine. Dal 16 Maggio è toccato all’Unité des communes valdôtaines Grand-Paradis: partita la raccolta porta a porta dell’organico nel comune di Sarre (5 mila abitanti) e per le utenze non domestiche selezionate degli altri comuni. La raccolta dell’organico è poi collocata anche presso tutti i punti di prossimità esistenti al fine di coprire interamente la zona gestita dalla Unité Grand Paradis (ben 13 comuni).
Segue a ruota la Unité des Communes valdôtaines Valdigne-Mont-Blanc. Anche qui: introduzione della raccolta di prossimità dell’organico su tutti i 5 comuni alle pendici del Bianco (Courmayeur, Pré-Saint-Didier, La Salle, La Thuile, Morgex) e raccolta porta a porta per le utenze non domestiche selezionate in località di grande pregio turistico.
Ed infine ecco arrivare l’organico per il mese di Luglio nella Unité des Communes valdôtaines Evançon: raccolta porta a porta per i comuni ove il sistema è già in vigore (Bassa Valle) e per le utenze non domestiche selezionate negli altri (Alta Valle).
 
Insomma, ancora grandi cambiamenti per la popolazione valdostana, sempre più chiamata alla tutela ambientale del proprio meraviglioso territorio e ad una gestione dei rifiuti sempre più evoluta.
Continua a leggere
3354
evancon2016.jpgContinuano nella regione più piccola d’Italia, ma non per questo meno attiva, i cambiamenti e le implementazioni ai sistemi di raccolta e le attività di sensibilizzazione al recepimento di nuove regole promosse da parte degli enti locali con i gestori del servizio. 
 
E’ il caso della Unité des Communes valdotaines Walser (comuni di Gressoney Saint Jean, Gressoney La Trinité, Gaby e Issime) dove da ormai qualche mese, grazie al lavoro della Quendoz srl, è in funzione la nuova raccolta dell’organico, passo importante intrapreso dai piccoli, ma molto frequentati comuni che ne fanno parte, al fine di migliorare ulteriormente i propri risultati di raccolta differenziata.
 
Ed è il caso della Unité des Communes valdôtaines Evançon dove si è conclusa da poco una campagna di sensibilizzazione denominata “Raccolta differenziata: nuovo stile”, sempre in collaborazione con Quendoz srl, per ricordare e ribadire ulteriormente le già introdotte nuove regole di raccolta e favorire quindi il giusto recepimento da parte dei cittadini.
Oltre ad un pieghevole arrivato in tutte le cassette postali sono stati organizzati ben 5 momenti informativi pubblici in altrettanti comuni con la divertente possibilità da parte dei cittadini di portare esempi di rifiuto e chiedere agli esperti presenti la corretta destinazione di conferimento.
Il tutto per ricordare, in sostanza, i due principali cambiamenti nel sistema di raccolta, decretati a livello regionale:
* la raccolta vetro alluminio viene sostituita da quella “solo vetro”
* l’alluminio e l’acciaio (che invece veniva conferito nell’indifferenziato) vanno invece separati con la plastica nella nuova raccolta “multimateriale leggero”
 
E in attesa dei prossimi cambiamenti... in Valle d’Aosta, per migliorare la gestione dei rifiuti, non si sta davvero mai fermi!
Continua a leggere
3258
evancon ecocentro volantinoNella Unité des Communes valdôtaines Evançon (siamo in Valle d’Aosta) ovunque si viva c’è un ecocentro vicino!
Il maggior numero di centri di raccolta introdotto sul territorio permetterà ai cittadini dell’intera Unione di limitare i casi di abbandono indiscriminato accanto ai cassonetti, conferire più comodamente i rifiuti nel centro a loro più vicina e migliorare le performance di raccolta differenziata. In questo modo si permetterà il riciclo e la messa in sicurezza dei rifiuti che devono essere conferiti proprio ai centri di raccolta (apparecchiature elettriche ed elettroniche, ingombranti, batterie per auto, legno, ecc.).
 
Ormai da qualche mese, nello specifico, è attiva per tutti i cittadini della Unité des Communes la nuova piattaforma di Challand-Saint-Anselme, in frazione Tilly che va ad aggiungersi alle 4 già presenti nel territorio: Ayas, Brusson, Mont Jovet e Verrés, quest’ultima recentemente ampliata al fine di venire incontro alle maggiori esigenze di smaltimento di alcuni rifiuti. 
 
L’evento inaugurale, alla presenza del Sindaco di Challand-Saint-Anselme Piero Dufour, del Presidente della Unité des Communes valdôtaines Evançon Delchoz Battistino, e di Quendoz S.r.l., ha segnato l’effettiva entrata in funzione del centro di raccolta, con il classico taglio del nastro.
Un evento arricchito dalla gradita partecipazione dei bambini delle scuole primarie e dell’infanzia di Challand-Saint-Anselme e di Challand-Saint-Victor, allietati dalla visita di Capitan Eco, il pirata riciclone di Achab Group.
 
La mascotte dell’iniziativa, ha coinvolto i bambini trasportandoli nell’avventura di “Capitan Eco e il Riciclaton” e assegnando loro una missione. Infatti, per incentivare i più piccoli ad agire concretamente, Capitan Eco ha personalmente consegnato a ciascuno dei bambini presenti un album di figurine ed un volantino con il regolamento: fino al 18 settembre il conferimento dei rifiuti al nuovo ecocentro dava diritto a ricevere uno o più pacchetti di figurine, per poter completare l’album e leggere la fantastica storia del Riciclatron, la macchina che ricicla i rifiuti.
 
Sotto, il servizio di TGR Valle d'Aosta sull’inaugurazione di Challand-Saint-Anselme
 
Continua a leggere
3125

L’ecopagella di Capitan Eco non si ferma mai! La campagna che ha protagonista il pirata riciclone, la mascotte di Achab Group che ha già incontrato migliaia di bimbi italiani, è arrivata fino ai piedi del Monte Bianco. La Comunità Montana Valdigne Mont Blanc, infatti, ha messo in atto iniziative di promozione e sensibilizzazione sul tema raccolta differenziata che hanno riguardato i cittadini ed i ragazzi delle scuole dei cinque comuni locali in questi ultimi due anni. La campagna si è conclusa con un grande festa della raccolta differenziata nella quale sono state premiate sia le scuole primarie partecipanti al concorso a loro riservato “L’ecopagella di Capitan Eco” sia i tre cittadini estratti nell’ambito dell’altro concorso, questa volta destinato agli adulti, “Chi ricicla: vince!”.

CapitanEco Valdigne 7

E così, il pirata amico dell’ambiente Capitan Eco è salito sul palco per proclamare la classe vincitrice del concorso “L’ecopagella”, una gara fra le classi terze, quarte e quinte di tutte e 5 le scuole primarie del territorio, invitate ad intervistare e giudicare il maggior numero di adulti possibile sul tema “raccolta differenziata” attraverso l’apposita “Ecopagella”.

La classifica finale ha visto trionfare la classe 4^ di Morgex, con una media di ben 9 Ecopagelle raccolte ad alunno, in un contesto che ha visto partecipare appunto più di 230 bambini e raccogliere in totale più di 1400 Ecopagelle (equivalenti a 1400 adulti intervistati!).
Alla classe vincitrice è andato un videoproiettore da utilizzare nel corso della carriera scolastica e lasciare in eredità alle generazioni future, mentre come attestato della partecipazione il pirata ha provveduto a lasciare a ogni singolo alunno una chiavetta USB ricordo.

Alla presenza del Presidente Bieller infine sono stati consegnati anche i tre premi estratti per il concorso “Chi ricicla: vince!”: un biotrituratore, un robot da cucina ed un lettore e-book.
La Comunità Montana Valdigne Mont Blanc ringrazia dunque tutti i protagonisti di questo biennio di attività di sensibilizzazione e tutti i cittadini per la loro preziosa collaborazione.

Continua a leggere