Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi

Super User

Super User non ha ancora inserito la sua biografia
2083

cem2

“La differenza la fanno le persone. Il riciclo C’èm”. È questo lo slogan della nuova campagna di comunicazione di Cem Ambiente Spa (in collaborazione con Achab Group), società che gestisce l'igiene urbana in 59 comuni dell'area milanese e Monza e Brianza, che è da poco partita con affissioni in tutti i comuni gestiti.

Ben 1.500 poster affissi su tutto il territorio di Cem Ambiente, oltre a 70mila cartoline distribuite in Comune e nelle scuole per ricordare a tutti l’impegno della società in tema di raccolta dei rifiuti e la sua volontà di avvicinarsi sempre di più e sensibilizzare sempre meglio i cittadini, che sono i veri protagonisti della raccolta differenziata.

 

“Da oltre 40 anni la nostra società – spiega Virginio Pedrazzi, Amministratore unico di Cem Ambiente – lavora con i Comuni per una raccolta differenziata di qualità che garantisca riduzione, riciclo, riuso dei rifiuti. Oggi vogliamo fare un passo in più e crescere ancora rivolgendoci direttamente ai cittadini, sempre attraverso i nostri Comuni, per mandare un messaggio univoco sulla presenza di Cem sul territorio e sull’importanza di raccogliere i rifiuti in modo corretto, puntando sempre di più alla qualità della raccolta domestica”.

La campagna di Cem Ambiente “La differenza la fanno le persone. Il riciclo C’èm”, fa seguito al lancio di numerose altre iniziative parallele, rivolte ad ogni tipologia di target e si inserisce in un contesto di comunicazione molto più ampio in cui la società è impegnata da anni.

 

Continua a leggere
2393

Aosta controlli locandina4Sono terminati nelle scorse settimane i controlli sui corretti conferimenti, avviati nel mese di Novembre su tutto il territorio della città di Aosta, che avevano l'obiettivo di fotografare la qualità della raccolta differenziata fornendo un'istantanea sui principali errori di conferimento. Dai circa 2.000 cassonetti controllati emergono risultati che indicano la necessità di una maggiore attenzione dei cittadini nell’effettuare correttamente questo gesto di importanza sostanziale per la collettività. Gli operatori hanno affisso sui cassonetti 3 tipologie di “cartellini”(verde, giallo e rosso) riferiti all'assenza o alla presenza di impurità di vario livello all'interno dei contenitori.
In generale più del 63% dei cassonetti controllati ha meritato un cartellino giallo per la presenza di errori nei conferimenti e solo il 28% è stato insignito di un cartellino verde di utilizzo corretto. Tralasciando gli errori molto gravi registrati dai cartellini rossi, che per fortuna sono la minoranza, è però evidente che la maggioranza dei cittadini commette ancora molti errori nel fare correttamente la raccolta differenziata.
In particolare emerge una cospicua presenza di materiali riciclabili nella frazione indifferenziata (contenitore verde) e di frazioni non raccolte a livello domiciliare ma che devono invece essere portate presso il centro di raccolta comunale,  RAEE e legno su tutte.
C'è quindi ancora da migliorare soprattutto in riferimento un'attenzione puntuale e costante nell'assicurare ai materiali riciclabili il corretto percorso di recupero che li trasforma in materie prime e li sottrae allo smaltimento in discarica, per valorizzare l'impegno quotidiano profuso da tutti gli attori in gioco: amministrazioni, aziende di raccolta e cittadini stessi.

 

Continua a leggere