Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi

Monja Valle

Monja Valle non ha ancora inserito la sua biografia
2226
P1120300Riuscire a coinvolgere in attività legate alla sostenibilità ambientale anche i giovani nella fascia di età compresa tra i 15 e i 19 anni, parlando la loro lingua. Questa la sfida in cui Asvo, l’azienda con sede a Portogruaro che si occupa della gestione dei rifiuti in 11 Comuni della zona, ha voluto lanciarsi quest’anno nel promuovere il progetto scuole. 
 
Già da molti anni, infatti, Asvo promuove progetti didattici di educazione ambientale rivolti alle scuole, ma finora ad essere coinvolte erano state soltanto le scuole dell’infanzia, elementari e medie. Mancava una strategia vincente per coinvolgere anche i ragazzi più grandi sulle tematiche ambientali.
Quest’anno Asvo ha così deciso di provare a raggiungere i ragazzi delle superiori proponendo loro qualcosa di nuovo ed entusiasmante, utilizzando le più recenti tecnologie a disposizione, quotidiane compagne della vita dei nostri giovani, e mettendole a servizio dell’educazione ambientale.
 
Agli istituti superiori del territorio di Asvo è  stata proposta l’adesione ad Ecoquiz - in missione per il pianeta, un gioco a quiz sottoforma di app per smartphone agile e avvincente, che contiene più di 1000 domande a scelta multipla, grazie alle quali i ragazzi possono sfidarsi tra loro e misurare le loro conoscenze rispetto ai temi della sostenibilità ambientale: rifiuti, energia, ecosostenibilità e mobilità. 
Il concorso Ecoquiz è stato aperto il 19 novembre e si è chiuso il 14 dicembre. 
La scelta di avvicinare i ragazzi con una app, uno strumento molto vicino alla loro realtà quotidiana e che in qualche modo si contrappone agli strumenti più tradizionali utilizzati a scuola, è risultata vincente. Il numero di adesioni è stato ben al di sopra delle aspettative: 123 le classi aderenti su sei istituti, per un totale di oltre 2000 ragazzi coinvolti. 
Molto appetibili anche i premi messi in palio: un iPhone 6 per il ragazzo primo classificato, un iPad Air per il secondo posto e un iPod Nano per il terzo. Un riconoscimento è stato dato anche all’istituto primo classificato tra i 6 aderenti al progetto, al quale è stato destinato un buono di 500 euro da utilizzare in materiale didattico. 
Essere riusciti a coinvolgere nel progetto scuole di Asvo un’ulteriore fascia di età rappresenta un motivo di orgoglio per l’azienda, consapevole del fatto che il mondo della scuola è il primo alleato per costruire un ambiente sostenibile, e che i ragazzi delle superiori, in particolare, rappresentano il ponte tra il mondo della scuola e la società civile.
 
Continua a leggere
1712
oltreilricicloIl 5 novembre 2015 ad Ecomondo, piattaforma tecnologica per la Green e Circular Economy nell’area Euro-Mediterranea, verrà presentato un progetto innovativo per il settore dei rifiuti: “tracciabilità e certificazione della filiera del Combustibile Solido Secondario (CSS)”. 
A presentare l’iniziativa sarà Adriano Tolomei Amministratore Delegato di Ecoprogetto Veritas, una delle principali multi utility che governa il ciclo di trattamento, valorizzazione e smaltimento dei rifiuti nell’area veneziana. L’azienda, con una scelta del tutto volontaria, in linea con le più avanzate politiche ambientali europee ha concretizzato, in collaborazione con Divisione Energia ed Achab Group, il progetto Oltre il Riciclo. 
 
Il progetto ha lo scopo di tracciare tutte le fasi della filiera, dal conferimento al recupero dei materiali, derivanti dalla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Ciò permetterà ad Ecoprogetto Veritas di migliorare, garantire e certificare la qualità del CSS prodotto, di efficientare le fasi di processo della filiera nel recupero di materia e di energia e di garantire la massima trasparenza nei confronti del cittadino sull’effettiva utilità della raccolta differenziata.
 
La modalità di raccolta dei dati e la correttezza degli stessi sono stati validati da parte di un ente di certificazione esterno all’azienda, rendendo tale progetto replicabile e scalabile in ogni azienda del settore.
 
Ricordiamo ancora dunque:
Giovedì 5 novembre 2015 - ore 13:00 Sala Ravezzi 1 Hall Sud
Intervento all’interno del seminario tecnico: Rifiuto, sottoprodotto o end of waste?
Relatore: Adriano Tolomei
Titolo: Tracciabilità e certificazione della filiera di produzione del CSS
Continua a leggere
2147
banner-gac-velina rovigo oggi 800x600Si sono conclusi quest’anno i progetti, iniziati nel 2012, finanziati dal GAC Chioggia e Delta del Po grazie al Fondo Europeo per la Pesca (FEP) a sostegno delle piccole e medie imprese del settore ittico. I risultati emersi (Achab Group ha curato la veste comunicativa) sono stati esposti a fine Settembre a Porto Viro (RO) in un Convegno dal titolo “Pesca ed Acquacoltura, tra tradizione e nuovi mercati”.
 
Il Gruppo di Azione Costiera Chioggia e Delta del Po è un’associazione senza fini di lucro fondata nel 2012 che riunisce in un solo gruppo gli Enti pubblici e privati dell’area costiera nei pressi di Chioggia. Grazie alla creazione del GAC, è stato possibile coordinare e condividere le competenze di molte persone che conoscono molto bene il territorio e che hanno potuto cooperare in sinergia per rendere esecutive le opportunità offerte dalla programmazione europea. Con l’aiuto dei finanziamenti europei, il GAC ha attuato un Piano di Sviluppo Locale (PSL) con cui sono stati finanziati 15 progetti aventi diversi obiettivi: valorizzare il settore ittico tramite la creazione di reti di produttori, creare spazi di vendita per prodotti locali, ricercare e riscoprire tecniche di pesca più selettive, incrementare i servizi alle imprese di pesca, tutelare l’ambiente e promuovere un’offerta turistica organizzata, integrata e innovativa. In un momento difficile per il mercato di settore causato dalla crisi delle attività tradizionali legate alla pesca e dalla preoccupante contrazione delle risorse ittiche, questi progetti hanno contribuito al difficile processo di conciliazione tra la necessità di tutelare l’ambiente e le specie animali e favorire lo sviluppo locale.
 
L’auspicio è che la Regione del Veneto continui nella sua programmazione a credere nel lavoro svolto dai Gruppi di Azione Costiera e permetta, attraverso il nuovo Fondo per la Politica Marittima e della Pesca stanziato dall’Unione Europea per il periodo 2014-2020 (FEAMP), di continuare a sostenere la pesca e l’acquacoltura nel nostro territorio.
 
Sfoglia il dossier presentato al Convegno.
Continua a leggere
2015

asvo comuniricicloniE’ un riconoscimento di prestigio, quello conferito martedì scorso 7 Luglio, da Legambiente ad Asvo s.p.a. (Ambiente Servizi Venezia Orientale) in occasione di Comuni Ricicloni 2015 (evento patrocinato dal Ministero dell’Ambiente).

 

L’azienda veneta infatti, oltre agli importanti risultati raggiunti in termini di raccolta differenziata, si è contraddistinta nel campo della comunicazione ambientale multicanale e, citando le motivazioni che hanno portato a questo significativo premio, in particolar modo per l’efficacia, la continuità e anche il coordinamento grafico tra tutti gli strumenti di comunicazione utilizzati, web, intranet e cartaceo per informare in tempo reale ed in modo esaustivo gli utenti sui servizi ambientali gestiti dalla società.

 

“Un riconoscimento che premia ASVO - afferma il Presidente Michelutto- ma anche e soprattutto i 100.000 utenti residenti nei comuni soci che, con il loro impegno quotidiano e la preziosa collaborazione con l’azienda, grazie anche ad una comunicazione puntuale e continua sul territorio, hanno raggiunto, insieme, prestigiosi risultati a livello nazionale”.

 

Clicca qui per vedere il video che ASVO ha appositamente realizzato in occasione della premiazione!

 
Continua a leggere