notes-aet2000-cal 1
 
Ogni anno un tema diverso. Ogni mese degli utili consigli sui temi ambientali. E’ arrivato ormai alla decima edizione l’eco-calendario di A&T 2000 S.p.A., azienda che gestisce il servizio di raccolta differenziata “porta a porta” per gli utenti di 43 Comuni della Provincia di Udine.
Uno strumento immancabile, parte integrante della vita di tutti i giorni, che, nel corso degli anni, si è evoluto diventando non solo il mezzo principale per veicolare le informazioni di servizio e della corretta separazione dei rifiuti ma anche per dare spazio alla promozione culturale e del territorio, dove gli stessi utenti possano vedere rappresentati esempi virtuosi realizzati nei propri luoghi di appartenenza.
 
Percorriamo un po’ la storia dei calendari. La primissima edizione, riportante lo slogan “Li abbiamo eliminati (i cassonetti stradali)" ha promosso l’avvio del nuovo servizio domiciliare attraverso un linguaggio più visivo che descrittivo: le foto hanno sostituito spesso le parole, al fine di velocizzare e semplificare la comprensione, soprattutto per stranieri e anziani. 
Nei seguenti due anni poi sono state create due edizioni con il medesimo filone di fondo: prima quella con lo slogan “Li abbiamo pedinati (i rifiuti)" dedicando il tema contenutistico principale alle fasi del riciclo, con l’obiettivo di rispondere alle domande “Cosa diventano i nostri rifiuti una volta raccolti?”, “Quante materie prime vengono recuperate e risparmiate grazie al nostro impegno?”. 
E poi, il terzo anno, utilizzando il messaggio portante “Li abbiamo ridotti” per focalizzare l’attenzione sulla riduzione dei rifiuti. Il principio per A&T 2000 è sempre lo stesso: la conoscenza e la consapevolezza degli utenti, attraverso percorsi educativi mirati e continuativi, porta a migliori risultati di raccolta differenziata ma anche ad un aumento del senso civico generale e dell’adozione di comportamenti sostenibili a livello sociale.
Un valido esempio è la quarta edizione dell’eco-calendario che riportava come motto “Sosteniamo il nostro territorio”, in cui sono stati divulgati esempi virtuosi locali di sviluppo sostenibile (pedibus, illuminazione pubblica a basso impatto, mense sostenibili, pulizia del territorio…), nella convinzione che il “contagio” attraverso iniziative positive sia un ottimo metodo educativo per la replicabilità delle esperienze. 
 
A metà percorso (5° anno) con “Piccolo l’impegno, irrinunciabili i vantaggi” si è voluto rinnovare l’importanza della raccolta differenziata di qualità argomentando ogni mese i vantaggi di un sistema di raccolta spinto.
Negli anni successivi le tematiche sono andate oltre: con gli slogan “La sostenibilità ambientale - una questione di stile” si sono dati suggerimenti pratici per una maggiore sostenibilità (anche economica!) in ambiente domestico su temi come ad esempio il riutilizzo, la mobilità, i prodotti di stagione, l’autoproduzione, la risorsa acqua, l’energia e il riscaldamento, ecc.
E ancora nel 2014 è stato distribuito il calendario “Alimenta il tuo benessere” (con consigli per una corretta alimentazione, in armonia con sé stessi e l’ambiente), mentre nel 2015 il calendario “Bio anch’io - il tuo orto secondo natura” con pratici suggerimenti per la realizzazione di un orto biologico.
Nel 2016 esce invece “Le voci del paesaggio - Viaggio nella terra e nella cultura del Friuli” con testi letterari in friulano e sloveno (e relative traduzioni), corredati da foto, che promuovono i paesaggi e le lingue locali. 
 
E il 2017? Il calendario di quest’anno farà rivivere gli antichi mestieri di una volta che le nuove generazioni del territorio si sono fatte coraggiosamente carico di continuare. Mestieri che sarebbero pressoché scomparsi e che invece sono stati reintrodotti con successo. Il titolo è fortemente evocativo: “Il lavoro nelle mani - Storie di artigiani e di passione”.
 
Nelle sue attività di comunicazione, attraverso il calendario di raccolta in particolare, A&T 2000 continua, quindi, a rimanere fedele alla mission intrinseca nel suo stesso nome (Ambiente & Territorio), promuovendo entrambi questi aspetti, con la consapevolezza di essere parte attiva del processo di sviluppo sociale ed economico del proprio ambiente di riferimento, grazie anche al rapporto ormai consolidato con i propri utenti.