Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi

A Bibione si respira il mare, successo per la spiaggia "no smoking"

da in News
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 3148
  • Stampa
3148

A qualche settimana dal via l’iniziativa è già un successo

bibione

Niente più fumo di sigaretta, sulla spiaggia di Bibione si respira solo l’aria del mare. L’iniziativa chiamata proprio ‘Respira il mare” ha permesso la creazione della prima spiaggia no smoking d’Italia su area vasta. Per tutta la stagione sulla battigia di Bibione, già Bandiera Blu 2014, sarà quindi vietato fumare. Già dai primi di giugno è scattato, infatti, il divieto di fumo lungo tutti i sette chilometri di arenile di una delle spiagge più note d’Italia. A deciderlo, il sindaco del Comune di San Michele al Tagliamento che, grazie ad un progetto realizzato in collaborazione con Achab Group, ha bandito il fumo nell’area che va da oltre la prima fila di ombrelloni all’acqua. 

Lo scopo principale è promuovere la salute e il benessere di chi viene a passare le proprie vacanze sulla nostra spiaggia- ha spiegato il sindaco di San Michele al Tagliamento Pasqualino Codognotto- ma vogliamo anche mandare un messaggio chiaro di rispetto per l’ambiente, invitando i cittadini a non abbandonare nella sabbia i mozziconi di sigaretta”. L’impatto delle nostre cicche in spiaggia non è di poco conto, sul totale dei rifiuti raccolti in riva al mare queste infatti pesano per più del 27%.
Oltre ai materiali informativi distribuiti sono arrivati a stagione avviata anche i mozzicometri, posizionati a cura del Comune in sinergia  con  ASVO SpA, l'azienda che ha in gestione l'igiene urbana nella prestigiosa località di mare. Cilindri trasparenti segnati con tacche visibili che misurano quante cicche ogni giorno vengono spente a due passi dal mare per misurare i risultati del divieto in termini tangibili e per rendere visibile ai turisti quanto spazio possa occupare in termini di rifiuti l’abitudine di fumare in spiaggia.
I  20 mozzicometri posizionati sul litorale, capaci di contenere circa 800 mozziconi cadauno, calcolano le sigarette fumate in media dai frequentatori della spiaggia durante la stagione estiva e sottratte all'ambiente di mare per contribuire a mantenere l'aria di Bibione pura e pulita per le circa 6.000.000 presenze turistiche che si registrano mediamente ogni stagione estiva. I primi dati sono quelli di un successo, dal litorale di Bibione sono già stati tolti più di 50mila mozziconi.
Le cicche recuperate sono avviate a corretto smaltimento dal Trenino del riciclo di Asvo SpA, un mezzo alimentato ad energia elettrica, che non inquina e che puntualmente ogni giorno recupera tutti i rifiuti prodotti in spiaggia per offrire agli ospiti un ambiente di vacanza  gradevole e salutare perché..la raccolta differenziata non va mai in vacanza!


E per tutti coloro che vogliono condividere le loro vacanze a Bibione con gli amici, è possibile inviare una cartolina virtuale dal sito respirailmare.achabgroup.it.

 

Taggati su: Achab Group