Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi

A Rescaldina (MI) in arrivo la raccolta puntuale per migliorare ancora

da in News
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 2133
  • Stampa
2133
rescaldina 2
 
L’Amministrazione Comunale di Rescaldina (14 mila abitanti circa, in provincia di Milano) si è sempre impegnata per un costante miglioramento degli standard ambientali del proprio comune. In aggiunta alle numerose iniziative già realizzate, quindi (ed in collaborazione con San Germano Derichebourg) avvierà dal 1° febbario 2017 la fase di sperimentazione del nuovo sistema per la raccolta puntuale del rifiuto indifferenziato, un metodo che punta ad assicurare più controllo dei conferimenti e quindi più attenzione nella raccolta differenziata da parte dei cittadini.
 
“Considerando i risultati di comuni vicini tra i quali Saronno o Nerviano - puntualizza l’Assessore all’Igiene Urbana Daniel Schiesaro - e facendo leva su un trend che vede Rescaldina già aumentare i propri risultati di raccolta differenziata dal 52% del 2009 fino al 58% dell'ultimo anno, vogliamo intraprendere questo ulteriore passo verso il miglioramento del nostro ambiente”.
 
Il nuovo sistema ha previsto la consegna (il periodo per il ritiro scade proprio in questi giorni) a tutte le utenze di sacchi speciali dotati di chip che permetterà di “misurare” la quantità di rifiuti indifferenziati prodotta da ciascuna utenza.
La dotazione (gratuita) è tarata sul numero di componenti della famiglia in modo che sia sufficiente per il secco indifferenziato che viene mediamente prodotto e, in caso di esaurimento anticipato della fornitura, essa potrà essere integrata con rotoli da 13 sacchi al costo di 10 euro l’uno.
L’obiettivo di questa scelta, in linea con la strategia “Rifiuti Zero”, che anche per Rescaldina prevede l’adesione ad un sistema che porti i rifiuti secchi abitante/anno a meno di 75kg, è quello di incentivare la raccolta differenziata domestica e ridurre, appunto, i rifiuti indifferenziati destinati all’incenerimento. Anche qui il trend del comune è in positivo: dai 140 kg/ab/anno del 2009 si è passati ai 105 kg/ab/anno del 2015.
 
La raccolta puntuale dei rifiuti indifferenziati permetterà di diminuire i costi di smaltimento e conseguentemente di ridurre la “Tassa Rifiuti” ai cittadini. Tassa Rifiuti che nella successiva fase di introduzione della tariffa puntuale, quindi, consentirà di premiare coloro che produrranno meno rifiuti, differenziando di più e meglio.
 
Sono in corso infine gli eventi pubblici di spiegazione alla cittadinanza, l’ultimo il 20 Gennaio 2017 presso l’Auditorium Comunale.