Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi

NoteS - Speciale Ecomondo - Parliamo con Ariccia (Roma), raccolta differenziata su misura

da in News
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 2609
  • Stampa
2609
aricciaIn occasione di Ecomondo 2015 abbiamo intervistato l’Arch. Fabrizio Profico, Assessore all’Ambiente del Comune di Ariccia, e la Dirigente del Settore Ambiente, Dott.ssa Claudia Tarascio, per approfondire alcuni aspetti di eccellenza nel sistema di gestione dei rifiuti nel Comune dei Castelli Romani. 
 
Ariccia è il primo comune in Lazio passato a tariffa puntuale. Cosa comporterà questo in termini pratici per i cittadini?  
"Il sistema di raccolta puntuale porta a porta ha come obiettivo il miglioramento quantitativo e qualitativo delle percentuali di raccolta differenziata. Il sistema prevede la rilevazione del rifiuto indifferenziato conferito attraverso contenitori  identificati tramite “trasponder” ossia dotati di un microchip in grado di trasmettere il codice del contenitore in radiofrequenza (UHF) permettendo all’operatore di registrare in modo automatico le raccolte effettuate. Ciascun utente, quindi, pagherà in base “rifiuto indifferenziato non riciclabile” prodotto.
Questo permetterà una maggiore responsabilizzazione degli utenti che saranno, inoltre, incentivati a conferire correttamente le varie frazioni di rifiuto, con abbattimento della tariffa qualora riducano sensibilmente i conferimenti del rifiuto indifferenziato".
 
Ci sarà in futuro anche un ritorno economico per le famiglie?
"Il nuovo servizio è partito il 1° ottobre scorso e per circa tre mesi si svolgerà un monitoraggio dei conferimenti. Al termine di questo periodo verrà elaborato un sistema di calcolo della tariffa più preciso e più equo, basato, nella parte variabile, sul numero dei ritiri del rifiuto non riciclabile sulla scorta di un quantitativo base definito per ciascuna tipologia di utenza. Chi conferirà un numero minore di volte rispetto al parametro avrà un abbattimento della tariffa. Inoltre il nuovo appalto consentirà al Comune di introitare direttamente i proventi derivanti dalla vendita delle frazioni differenziate (carta, plastica, vetro, ecc.) con complessiva riduzione dei costi del servizio"
 
Un grande tema di Ecomondo 2015 è la tecnologia applicata alla green economy: quali sono le soluzioni adottate per la tariffa ad Ariccia?
"Il Comune di Ariccia è aperto a tutte le soluzioni che l’innovazione della Green Economy può portare in termini di abbattimento dei costi e di miglioramento del servizio. In questa fase abbiamo applicato le soluzioni che derivano dalle più brillanti esperienze nazionali nella raccolta dei rifiuti, le sole che hanno portato ad una raccolta differenziata superiore all’80%".
 
Quali sono i punti di forza di questo progetto, che è opportuno evidenziare agli altri comuni che si accingono a questo passaggio?
"Se l’Impresa che gestisce il servizio riuscirà a garantire il superamento degli obiettivi di raccolta differenziata minimi previsti (65 % nel primo anno e 70 % ed oltre nella fase a regime), consentendo all’Amministrazione comunale di ridurre i costi che avrebbe dovuto sostenere per lo smaltimento di tali quantitativi di rifiuti, l’amministrazione riconoscerà all’Impresa una percentuale dei risparmi aggiuntivi conseguiti quale elemento premiante ed incentivante. La Ditta dovrà versare agli operatori, quale premio di produttività annua, una parte sensibile della somma percepita dal Comune a titolo di premialità. In questo modo si responsabilizza l’impresa e si incentiva il personale preposto alla raccolta dei rifiuti. Inoltre abbiamo puntato su una campagna comunicativa  “La raccolta differenziata è su misura” (curata da Achab Group, n.d.r.) proprio per adeguare il servizio alle diverse esigenze del territorio, dei cittadini, degli operatori commerciali".