Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi

Seta S.p.A. ha la ricetta giusta per la raccolta differenziata

da in News
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 3461
  • Stampa
3461
immagine-testata
 
In provincia di Torino, a più di un mese dall’avvio della nuova campagna di comunicazione “La Ricetta Giusta per una buona Raccolta Differenziata” (gestita da Achab Group) le attività messe in campo da Seta S.p.A. procedono nei diversi Comuni del Bacino 16.
 
Molti i corsi sul compostaggio domestico già svolti: costituiti da attività teorico-pratiche, stanno riscontrando una buona partecipazione da parte dei cittadini, anche grazie alle azioni informative messe in campo dai Comuni e da Seta stessa. 
Il compostaggio domestico è una importante strategia per prevenire la formazione di rifiuti organici, in un contesto, quello del Bacino 16, dove è stata riscontrata una eccessiva presenza di rifiuti organici (scarti di cucina, frazione verde) nell'indifferenziato.  
Questo sistema di smaltimento in loco permette a chi può usufruire di un giardino o di uno spazio adeguato di gestire autonomamente gli scarti organici prodotti, ottenendo un ottimo fertilizzante. L’azione di promozione di tale pratica è sostenuta dalla possibilità di ottenere una compostiera in plastica al costo di soli 5 € e da sconti sulla TARI (Tassa Rifiuti).
I corsi, gratuiti e aperti a tutti, proseguiranno ancora in altri comuni.
 
Procede inoltre parallelamente la campagna di controlli sulle raccolte differenziate condominiali che prevede l’effettuazione di 500 sopralluoghi condominiali a Settimo Torinese e Chivasso, con comunicazione diretta alle utenze degli esiti e degli errori rilevati.
Le rilevazioni vengono effettuate all’interno delle aree private presso utenze condominiali (stabili con almeno 5 famiglie), con l’analisi di una serie di elementi riguardanti la correttezza dei conferimenti da parte degli utenti, in particolare la presenza di materiali differenziabili nei contenitori grigi dei rifiuti indifferenziati. Successivamente alla verifica, viene compilata rilasciata una locandina d’esito, affissa in uno spazio comune interno del condominio.
La strategia di azione è in questo caso finalizzata a migliorare la quantità e la qualità delle raccolte differenziate, riducendo conseguentemente la quantità di rifiuto indifferenziato raccolto. L’azione preannuncia inoltre una futura attività di verifiche a cura degli Ispettori Ambientali, al fine di dare continuità all’azione di controllo e miglioramento delle raccolte.
I primi risultati su Chivasso indicano che oltre l’80% dei punti di raccolta hanno evidenziato una presenza importante di organico, carta e imballaggi in plastica nei contenitori dell’indifferenziato invece che in quelli delle rispettive raccolte differenziate. Ed è proprio nel miglioramento di situazioni come queste che ci sono le potenzialità per passare da una percentuale di raccolta differenziata di poco superiore al 50%, come quella attuale sul bacino di SETA, al 65% (obiettivo minimo previsto dalle norme nazionali) ed oltre. La qualità dei rifiuti differenziati invece appare buona.
 
In corso anche gli info-point nei mercati cittadini, già allestiti con grande successo presso i mercati, ad esempio, di Leinì e Settimo Torinese.
Gl info-point, oltre a garantire un momento di contatto informativo diretto con  i cittadini, che possono ricevere informazioni e risolvere dubbi sulla raccolta differenziata e sul compostaggio domestico, costituiscono un’occasione per distribuire gratuitamente sacchetti di compost, il risultato concreto di una corretta raccolta dell’organico e della successiva fase di “riciclaggio” mediante trasformazione in un fertilizzante.
 
Per tutte le informazioni relative ai corsi di compostaggio e alla campagna si può seguire la pagina Facebook di Seta S.p.A.