Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi
Iscriviti a questa lista tramite RSS Post sul blog taggati in Covar14
2170

covar14spreco

E' in pieno svolgimento da un mese circa, il progetto scolastico gestito da Achab Group "La differenza si (ri)fa a scuola", erede di quello dello scorso anno ed ennesima edizione, come da tradizione ormai pluriennale per Covar14, di interventi di educazione ambientale presso i plessi scolastici (scuole dell'infanzia, primarie e secondarie) dei 19 comuni consorziati (area sud ovest di Torino).

Grande successo ha avuto l'iniziativa del Consorzio di affiancare alle ormai tradizionali lezioni su raccolta differenziata e compostaggio domestico una nuova tipologia di intervento (per le primarie e le secondarie di primo grado) ovvero quella volta a sensibilizzare sul tema dello spreco alimentare. Una visione proposta ai bambini che va dalll'impatto della produzione globale di cibo fino alla gestione del frigo di casa propria e che ha raccolto le preferenze di più di 100 classi.

In totale (da segnalare anche la novità di lezioni sui RAEE per le scuole secondarie di primo grado) sono aumentate le adesioni rispetto allo scorso anno con ben 215 lezioni in classe, 37 laboratori di compostaggio domestico e 17 classi aderenti (anche superiori) a visite a impianti del territorio (termovalorizzatore del Gerbido o Ecocentri consortili). Per un totale di circa 4.500 studenti coinvolti e 269 attività!

Tira le somme Leonardo Di Crescenzo, presidente del Consiglio di Amministrazione di Covar14 : "Il confronto con i 215 appuntamenti del 2016 prova che, anno per anno, cresce la sensibilità degli insegnanti verso questo argomento e le scuole si mettono in gioco per fare la loro parte. La loro collaborazione per la nostra attività è molto importante e proporre loro un'iniziativa che riscuote gradimento è un motivo di orgoglio".

Come al solito l'offerta didattica è integrata da materiali informativi per gli insegnanti (spreco alimentare e RAEE i temi) e alunni con un opuscolo sul rifiuto organico a 360° (dalla raccolta differenziata al compostaggio, oltre che utili consigli per evitare lo spreco degli alimenti) e con interessanti pieghevoli sempre a tema RAEE e riciclo degli imballaggi.

 

Continua a leggere
2510
covar condomini
 
Dopo diverse azioni di monitoraggio e sensibilizzazione sui conferimenti condominiali, sono scattate le sanzioni per i condomìni di Rivalta di Torino (comune di 20 mila abitanti facente parte del COVAR 14) poco attenti alla raccolta differenziata, come previsto dal Regolamento Comunale per la Gestione dei Rifiuti Urbani. Non solo però l'aspetto sanzionatorio è interessante per ciò che riguarda un'attività di ispezione e di sensibilizzazione sul corretto conferimento per condomini in genere come quella adottata nel comune del torinese, quanto, dal punto di vista della qualità della raccolta avere riscontrato un netto miglioramento quantitativo e qualitativo nelle frazioni differenziabili, ma ancora accompagnato, appunto, da un indifferenziato comprendente troppo riciclabile o pericoloso.
 
Le ultime ispezioni (in collaborazione con Achab Group), realizzate a fine 2016 in seguito ad avviso tramite lettera agli amministratori di condominio, sono state condotte da parte di personale autorizzato e munito di tesserino di riconoscimento, in affiancamento all’Ispettore di COVAR 14 e alla Polizia Municipale. 
Le sanzioni applicate dalla Polizia Municipale stessa sono scattate nei casi in cui, oltre ad ingenti quantità di rifiuti riciclabili presenti nei contenitori dell’indifferenziato, si sono rilevate scorrettezze significative legate alla presenza di RAEE e rifiuti pericolosi: piccoli elettrodomestici, pentole, residui di ristrutturazione, barattoli di vernici, ecc.
Un primo ciclo di controlli preliminari era stato effettuato nel mese di marzo 2016, al fine di verificare le condizioni “standard” della qualità delle raccolte. La situazione rilevata presentava grosse criticità sulla differenziazione dei rifiuti, con materiali riciclabili presenti nei contenitori dell’indifferenziato in oltre l’86% dei casi; molte irregolarità erano state inoltre riscontrate nei conferimenti delle singole raccolte.
L’azione è proseguita con una fase di contatto diretto degli utenti, mediante la realizzazione di interventi informativi presso i punti di raccolta condominiali, un’occasione importante per sensibilizzare in modo efficace i cittadini sull’importanza della qualità della raccolta differenziata e sulla necessità di ridurre la produzione di rifiuti. 
La campagna di monitoraggio si  è conclusa con l’ultima recente fase di controlli, che da un lato hanno evidenziato un netto miglioramento della qualità delle raccolte delle singole frazioni di rifiuti differenziati, dall’altro hanno rilevato problemi persistenti e diffusi nei conferimenti dell’indifferenziato.
 
In generale, i dati emersi nel corso della campagna evidenziano come i risultati del sistema integrato di raccolta dei rifiuti urbani, pur raggiungendo ottimi traguardi nel Comune di Rivalta (è infatti raggiunto l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata obbligatorio per legge), siano inferiori alle potenzialità, per effetto di una separazione a monte da parte degli utenti ancora insufficiente. 
Troppi i sacchi in cui finiscono ancora insieme rifiuti semplici da separare: avanzi di cibo, scarti di frutta e verdura, carta e cartone, bottiglie di plastica, lattine, vasetti e bottiglie in vetro…; poca attenzione in più sarebbe sufficiente per ottenere una rapida diminuzione dei rifiuti avviati a smaltimento nel termovalorizzatore del Gerbido (Torino). 
 
L’attuazione di un corretto sistema di raccolta differenziata dei rifiuti è fondamentale per garantire il recupero dei materiali e, come è noto, le utenze condominiali rappresentano una fascia particolarmente critica rispetto alle possibilità di monitoraggio e miglioramento della qualità delle raccolte differenziate. 
L’impegno, perseguibile attraverso azioni di sensibilizzazione e controllo, oltre che con interventi sanzionatori, è rivolto verso una maggiore acquisizione di consapevolezza sulle responsabilità dei singoli e sulla necessità di impegnarsi in prima persona per migliorare, rafforzando e valorizzando l’impegno di coloro che effettuano correttamente questo gesto fondamentale per la collettività.
Continua a leggere
2365

covar_14.jpg

 

Il COVAR 14, Consorzio per la gestione dei rifiuti di 19 comuni dell’area sud ovest di Torino, in collaborazione con il gestore dei servizi CNS, e le Cooperative incaricate dei servizi di raccolta (La Nuova, Frassati e Cooplat) ed in sinergia con Achab Group in questa primavera, per i comuni di Beinasco, Bruino, Orbassano, Piossasco e Rivalta di Torino “mette il riciclo in fiera” e aderisce per la terza volta consecutiva al Let's clean up europe!

Sono in programma infatti delle importanti partecipazioni con propri stand a fiere e sagre dei 5 comuni coinvolti, dedicati sì all'informazione, ma anche e soprattutto ad expo-laboratori sul riciclo e sul riuso, con la creazione di costumi-vestiti a partire da materiali riciclabili e di oggetti utili a partire da semplici rifiuti.
Ecco il programma, un vero e proprio tour delle fiere-sagre territoriali (ore 9.00-18.00):

DOMENICA 3 APRILE – Orbassano, Fiera di Primavera
SABATO 7 MAGGIO (dalle 16.30) – Rivalta di Torino, Festa di San Vittore
DOMENICA 8 MAGGIO – Beinasco, Fiera dij Cossot
DOMENICA 15 MAGGIO – Piossasco, Piossasco in fiore
GIOVEDI' 2 GIUGNO – Bruino, Assaggia Bruino

Previsti poi, per l'ultima settimana di Maggio anche dei punti informativi e di sensibilizzazione degli operatori mercatali presso i mercati comunali.
Gli eventi in programma daranno anche modo a COVAR14 attraverso la realizzazione di un volantino multilingua e la consegna di “mozzichini” (piccoli posacenere portatili) di ricordare ai cittadini di tenere pulite le proprie città e di non buttare piccoli rifiuti (appunto mozziconi, ma anche fazzoletti, gomme da masticare, scontrini) a terra. In questo modo il consorzio adersice nuovamente a “Let's clean up Europe”, manifestazione a livello europeo giunta ormai alla terza edizione e ricorda le nuove norme e sanzioni generate dall'approvazione recente del Collegato Ambientale.

Nelle foto alcuni momenti di vita dello stand nella “Fiera di Primavera” di Orbassano.

 

Continua a leggere
3477
NEWSLETTER COVARSilenzio! Entrano in classe raccolta differenziata, riciclo, riduzione e riuso!
E’ partito infatti mercoledì 10 Febbraio il progetto di educazione ambientale “La differenza si fa a scuola”, promosso da COVAR14 (Consorzio di Bacino di 19 comuni nell'area sud ovest di Torino) in collaborazione con Achab Group.
 
Il progetto (che durerà circa 3 mesi) prevede lezioni e giochi in classe a tema generale 4R (raccolta differenziata, riciclo, riduzione e riuso) e laboratori teorico/pratici di compostaggio domestico per scuole primarie e secondarie inferiori, più visite ad impianti di riferimento (termovalorizzatore TRM di Torino ed ecocentri consortili) riservate a scuole secondarie (inferiori e superiori).
 
Imponente l’adesione, con 152 classi iscritte appartenenti a 11 comuni e 20 Istituti Comprensivi tra lezioni e laboratori di compostaggio a cui si aggiungono 17 classi delle scuole superiori di due istituti (Majorana di Moncalieri e Maxwell di Nichelino) per le visite agli impianti, per un totale di circa 4.000 studenti coinvolti!
 
Il COVAR14 continua così la propria tradizione di coinvolgimento delle nuove generazioni come elemento cardine per la futura gestione sostenibile del proprio territorio.
 
Previsti anche dei materiali da lasciare come eredità alle classi: tre tipologie di schede didattiche a tema per insegnanti, pieghevoli sugli imballaggi e un opuscolo a 16 pagine per i partecipanti alle lezioni in classe, oltre a pieghevoli specifici per chi partecipa ai laboratori di compostaggio.
 
Continua a leggere
2830
covar14 gpp serrIn occasione della settima edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, che prevede dal 21 al 29 novembre il coinvolgimento di enti pubblici, aziende e singoli cittadini con iniziative dedicate alla dematerializzazione, il Covar14 aderisce al protocollo Ape (Protocollo d’Intesa per la promozione degli Acquisti Pubblici Ecologici) stilato dalla ex Provincia di Torino e organizza, in collaborazione con la Città Metropolitana di Torino, il convegno 
 
 GLI ACQUISTI PUBBLICI VERDI 
(GREEN PUBLIC PROCUREMENT): 
uno strumento per rendere sostenibile e dematerializzare la spesa della Pubblica Amministrazione 
L'appuntamento è giovedì 26 novembre, dalle 10 alle 12,30, nella sala assembleare del Covar14, via Cagliero 3I/3L, Carignano (To). 
 
Con il convegno il Covar14 dà il via a nuove "buone pratiche", destinate a segnare le scelte future e a prolungare l'eco della Serr oltre la settimana di celebrazione, e promuove il protocollo con i suoi 19 Comuni, proponendo le esperienze di quelli che già applicano le linee guida e invitando gli altri ad aderire.
 
Scarica qui la presentazione del convegno e la scaletta degli interventi
Continua a leggere
2461
Covar logo scuola Ecomondo è anche un’occasione per divulgare i case history di gestione virtuosa del territorio e di immaginare il futuro. Covar 14, Consorzio di Bacino di 19 comuni nell’area sud ovest torinese, più di 200 mila abitanti serviti, ha raggiunto risultati importanti in termini di raccolta differenziata e storia della gestione dei rifiuti. Dopo 11 anni di raccolta porta a porta, di rivoluzione sul territorio, corredati anche da un volume celebrativo diffuso l’anno scorso, il Presidente Leonardo Di Crescenzo ha parlato di futuro.
                                                   
Presidente Di Crescenzo, fin qui un grande lavoro e grandi risultati. Cosa fare adesso? 
"Continueremo a operare nel solco di quanto realizzato, com’è ovvio, ma crediamo i tempi siano maturi per fare alcuni passi avanti importanti. Lavorare sempre di più sul concetto di riciclo effettivo, e dunque sulla qualità delle raccolte, è sicuramente un tema su cui ci concentreremo, ma forse la partita più importante sarà giocata nel campo della tariffazione puntuale. È necessario che si proceda sempre più decisamente verso il rispetto del principio “Chi inquina paga”, dando ai cittadini la certezza che il costo del servizio è commisurato al comportamento più o meno virtuoso legato alla separazione dei rifiuti e alla loro minore produzione.".
E per quanto riguarda le ormai tradizionali attività di sensibilizzaizone?
"Innovare non significa però perdere per strada le buone abitudini. Non smetteremo di fare comunicazione ai cittadini e continueremo a fare educazione ambientale nelle scuole. Come facciamo già adesso per ogni anno scolastico (sta per partire il nuovo progetto "La differenza si fa a scuola" in collaborazione con Achab Group, ndr) anche in futuro coinvolgeremo i bambini e ragazzi dei nostri Comuni sui temi legati all’ambiente e ai rifiuti, convinti che la nostra azione e il nostro “esempio” oggi siano determinanti per formare i cittadini di domani".
Continua a leggere
3175
PREMIAZIONE ECOQUIZ COVARLe vacanze sono in pieno svolgimento ma ancora grande è la eco tra gli studenti delle scuole che hanno partecipato a Ecoquiz! L’ultimo concorso della stagione 2014-2015, in particolare lanciato dal consorzio COVAR14 (area sudovest di Torino) nei comuni di Beinasco, Bruino, Orbassano, Piossasco e Rivalta di Torino in collaborazione con le cooperative che gestiscono le raccolte in tali comuni ovvero Cooplat, Frassati, La Nuova (e il CNS) si è concluso con una importante cerimonia di premiazione, alla presenza delle massime autorità locali.
 
La gara, riservata agli studenti dell’Istituto Scolastico Superiore Amaldi-Sraffa di Orbassano, partita ad Aprile e chiusasi a fine anno scolastico, ha registrato numeri importanti, avendo visto battagliare sull’applicazione on line Ecoquiz circa 260 ragazzi di tutte e tre le scuole parte dell’Istituzione Scolastica (ITI, ITC e Liceo) con più di 400 partite al giorno giocate e più di 10mila in totale! 
 
Alla fine, dopo una lotta serrata negli ultimi minuti, l’hanno spuntata 3 studenti (particolare curioso) tutti residenti del Comune di Piossasco: nell’ordine Davide Carrescia (3A ITC), Ilenia Petrosino (3A ITC) e Mindaye Rambaudi (4A Liceo SA) i quali si sono accaparrati i tre tablet in palio ed hanno sfruttato al meglio il meccanismo del reset: per raggiungere punteggi superiori, si riparte da zero ma avendo già la conoscenza di molte risposte nel frattempo imparate, si può quindi rispondere in modo più veloce totalizzando sempre più punti.
 
Sarà stata contenta il Sindaco di Piossasco Roberta Avola Faraci, la quale assieme ai suoi colleghi di Orbassano Gambetta, di Bruino Riccardo e di Rivalta di Torino Marinoni, oltre all’Assessore all’Ambiente del Comune di Beinasco Chinaglia, ha premiato i tre vincitori, alla presenza del Presidente Covar14 Leonardo Di Crescenzo in un “parterre de rois” di istituzioni che ha nobilitato la forte partecipazione dei ragazzi.
 
Forti emozioni e tante conoscenze acquisite attendono ancora molti altri studenti nel nuovo anno scolastico: fatevi sotto con Ecoquiz, un modo semplice ed attuale per divertirsi ed imparare!
 
Continua a leggere